rotate-mobile
Cronaca

Mt Logistica ritira i 25 licenziamenti individuali, Simoncini: "Primo passo importante"

L’assessore: "Occorre un intervento regionale e nazionale per contrastare la crisi dell’automotive"

Una buona notizia per 25 lavoratori della Mt Logistica. L'azienda infatti - al termine di un incontro andato in scena nel pomeriggio a cui hanno partecipato l'assessore Gianfranco Simoncini, il titolare della società Andrea Tonsa, Irene Avanzoni di Filt Cgil e i delegati sindacali dell'azienda - ha deciso di ritirare i licenziamenti individuali, informando che aprirà nei prossimi giorni la procedura di licenziamento collettivo. I 75 giorni della procedura saranno utilizzati per cercare di trovare una alternativa alla chiusura dell'azienda e alla perdita del lavoro per tutti i dipendenti. 

"Si tratta – dichiara l'assessore al Lavoro Gianfranco Simoncini - di un primo passo importante in questa vertenza perché permette di evitare che domattina tutti i lavoratori siano licenziati, materialmente senza lavoro. Adesso l'amministrazione comunale si impegna a compiere ogni sforzo per trovare una soluzione che eviti la chiusura dell'azienda e comunque che garantisca ai dipendenti il posto di lavoro che altrimenti da domani sarebbe stato perso”. 

Simoncini sulla Mt Logistica: "Il Comune si è mosso per tempo"

In mattinata, durante il consiglio comunale, lo stesso assessore, in risposta ad una comuncazione del consigliere Federico Mirabelli, aveva anticipato l'intesa raggiunta: "Ci siamo subito attivati per svolgere un ruolo attivo nella vertenza in corso, per questo ho già informato anche l'unità di crisi della Regione Toscana che in passato ha già seguito la vicenda degli appalti Bertani. I sindacati si sono attivati subito per una soluzione diversa, evitando il licenziamento individuale e dunque ottenendo quello collettivo. Adesso ci sono 75 giorni di tempo durante i quali potrebbero essere trovate soluzioni diverse, con strumenti utilizzabili per gestire la situazione come è la cassa integrazione".  

L'assessore Simoncini aveva anche riportato l'attenzione sulla necessità di un intervento del governo e della Regione. "A fine luglio infatti – ha precisato – i sindaci del territorio scrissero una lettera al presidente della Regione Eugenio Giani per convocare la cabina di regia dell'accordo di programma sull'area di crisi complessa, per affrontare il tema della crisi dell'automotive e le prospettive della raffineria Eni di Stagno, ma non abbiamo ancora ricevuto risposta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mt Logistica ritira i 25 licenziamenti individuali, Simoncini: "Primo passo importante"

LivornoToday è in caricamento