Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Muffa al Niccolini-Palli, l'esito delle analisi: "Nessuna criticità nelle aule"

La Provincia ha fornito all'Asl la relazione della ditta che ha eseguito le verifiche: "I locali non erano adeguatamente aerati"

A inizio ottobre, sei studentesse di 14 anni finirono in ospedale in quanto, nella loro aula del Niccolini-Palli, a loro dire era presente "della muffa che ci ha creato problemi respiratori". Immediati i controlli da parte della Provincia con la presidente Marida Bessi che ha provato a smorzare i toni della polemica: "Le macchie scure presenti nell'istituto sono generate da condensa. Tuttavia per avere un quadro più dettagliato occorre avere il risultato delle analisi dell'Asl". Risultato che, nella mattina del 18 dicembre, è arrivato. "Non è stato rilevato alcun elemento di criticità - si può leggere nella nota -. Il tipo di muffa riscontrato si forma in ambienti chiusi e non adeguatamente aerati". 

"Le muffe al Niccolini-Palli si sono formate per la mancanza di aerazione nelle aule"

I risultati forniti alla Asl dalla ditta specializzata in sanificazioni ambientali hanno fornito un quadro chiaro della situazione. "Le analisi - si legge nella relazione - hanno evidenziato la presenza di muffe, del tipo Aspergillus e Alternaria, estremamente comuni e diffuse in tutti gli ambienti. Considerato la quantità imponente di miceti che ogni individuo respira in una giornata essi non possono essere definiti patogeni a tutti gli effetti, se non potenzialmente per i soggetti immunodepressi, asmatici o affetti da gravi patologie respiratorie o, generalmente più sensibili alle infezioni. Ovviamente negli ambienti chiusi e non adeguatamente aerati queste concentrazioni possono aumentare inducendo disturbi nei soggetti affetti da allergie respiratorie, come riniti, congiuntivi ed asma. La proliferazione di muffe si combatte essenzialmente osservando poche regole di igiene: arieggiando frequentemente gli ambienti e verificando le condizioni igieniche dei tendaggi e delle pareti, nonché utilizzando pitture traspiranti sulle murature". 

Marida Bessi-3

La presidente della Provincia: "Pronti a fare la nostra parte per il bene degli alunni"

"Abbiamo voluto approfondire la questione – commenta la presidente della Provincia Marida Bessi – proprio per toglierci ogni dubbio sulla causa dei disturbi che hanno colpito i ragazzi. I risultati evidenziano una situazione di criticità che fortunatamente è superabile con un'accorta pulizia e un'adeguata aerazione dei locali. La Provincia farà la sua parte attivando al più presto i necessari interventi nelle aule interessate che riguarderanno la eliminazione di eventuali infiltrazioni e la tinteggiatura delle pareti con adeguati materiali traspiranti" . 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muffa al Niccolini-Palli, l'esito delle analisi: "Nessuna criticità nelle aule"

LivornoToday è in caricamento