rotate-mobile
Lunedì, 2 Ottobre 2023
Cronaca

Queer Wall, al via il restauro del murale Lgbtqia+ imbrattato con scritte omolesbobitransfobiche: "Cancelleremo odio e discriminazioni"

L'invito delle associazioni e dell'autrice: "Una partecipazione attiva della comunità livornese sarebbe un ulteriore importante segnale contro le discriminazioni"

Chiunque abbia imbrattato il murale che celebra l'orgoglio e la storia del movimento Lgbtqia+ al Parco Centro Città Odeon è senza dubbio un vandalo. E il contenuto delle scritte omolesbobitransfobiche che hanno tentato di rovinare l'opera di Giulia Bernini, in arte Oblo, denotano l'odio e la discriminazione che ancora sussistono nei confronti di un'intera comunità. La quale, tuttavia, ha reagito prontamente con il sostegno di moltissimi - tra gente comune, associazioni e istituzioni - che hanno manifestatato la propria solidarietà. Ed è proprio per dare un ulteriore segnale contro le discriminazioni che, adesso, si richiede una partecipazione attiva al restauro dell'opera che prenderà il via domattina, mercoledì 5 luglio, dalle 8 alle 13.

Murale Lgbtqia+ deturpato, il sindaco: "La mano è quella dell'omolesbobitransfobia"

"A seguito delle scritte omolesbobitransfobiche con cui è stato imbrattato il murale a tema Lgbtqia+ Queer Wall - dicono da Arcigay Livorno - inizieranno domani mattina i lavori di restauro dell'opera presso il Parco di Centro Città Odeon. Il progetto nato all'interno dell'associazione L.E.D Libertà e Diritti Arcigay Livorno e realizzato dall'artista Giulia Bernini in arte Oblò del Collettivo Uovo Alla Pop in collaborazione con l'associazione MuraLi, con il patrocinio del Comune di Livorno e l'adesione di Toscana Pride, celebra l'orgoglio e la storia del movimento Lgbtqia+. Per questo motivo, ringraziando l'amministrazione comunale, le associazioni, le forze politiche e la cittadinanza tutta per la solidarietà e la mobilitazione contro questo atto di odio, invitiamo la comunità livornese a partecipare ai lavori e che vedranno come protagonista l'autrice dell'opera e i volontari delle associazioni".

"Per questioni tecniche - concludono da Arcigay - non è ancora dato sapere per quanto tempo si protrarranno le attività di restauro nei prossimi giorni, ma siamo certi che una partecipazione attiva sia un importante segnale contro le discriminazioni. Con i nostri pennelli in mano, infatti, cancelleremo l'odio riportando l'arcobaleno che da sempre ci contraddistingue nella città di Livorno".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Queer Wall, al via il restauro del murale Lgbtqia+ imbrattato con scritte omolesbobitransfobiche: "Cancelleremo odio e discriminazioni"

LivornoToday è in caricamento