Cronaca

Natale 2020 | Stretta anti Covid, ipotesi lockdown o Italia in zona rossa: il Cts chiede misure più rigide al governo

Secondo gli esperti servono provvedimenti più duri. Al vaglio diverse soluzioni: dall'entrata in vigore delle nuove misure dal 24 dicembre al primo gennaio, alle limitazioni nei giorni festivi e prefestivi oppure direttamente dal 24 dicembre al 7 gennaio

Foto Ansa

Dall'Italia tutta zona rossa (o massimo arancione), alla chiusura di negozi, bar e ristoranti fino al divieto assoluto di spostamenti se non tra piccoli comuni. Sono tante le ipotesi che sono emerse dal vertice, andato in scena nel pomeriggio del 14 dicembre, tra il premier Giuseppe Conte, i capi delegazione delle forze di maggioranza, alcuni membri del Cts e vari ministri, con al centro le nuove misure restrittive in vista delle festività natalizie.

A chiedere provvedimenti più stringenti sono proprio gli esperti, ma le immagini che arrivano da tantissime citta (Roma, Napoli, Monza, Pisa) con numerose vie intasate e assembramenti davanti all'entrata delle attività commerciali, preoccupano anche il governo. Immagini che stanno spingendo infatti Conte a considerare l'idea di emanare un nuovo Dpcm (in attesa che entri in vigore quello del 21 dicembre) per cercare di contenere al massimo il contagio da Coronavirus. Spetterà poi al Comitato tecnico scientifico l'ultima parola sugli spostamenti tra comuni per Natale, che in un primo momento sembravano poter essere garantiti. 

Le possibili misure restrittive in vista di Natale: ecco le idee al vaglio del governo 

Secondo gli esperti, come riportato da Repubblica.it, servono dunque misure più rigide e quella più drastica prevede il ritorno a un lockdown nazionale, così come avvenuto in Germania, nei festivi e prefestivi (da Natale fino a Epifania) con la possibilità di spostamento solamente tra piccoli comuni. In questo caso, in tutta la nazione, varrebbero le misure previste per le zone rosse. Se invece prevarrà una linea più "morbida", probabile che tutta l'Italia sarà considerata zona arancione, con negozi, bar e ristoranti aperti secondo quanto previsto dalle attuali norme per la seconda fascia

Ma da quanto dovrebbe entrare in vigore l'eventuale nuovo Dpcm? Le ipotesi sarebbero tre: 

  • Dal 24 dicembre al 1° gennaio;
  • Nei giorni festivi e prefestivi (24-27 dicembre, 31 dicembre - 2 gennaio e dal 5 al 7 gennaio);
  • Dal 24 dicembre al 7 gennaio;

Gli esperti del Cts hanno parlato di "misure da consolidare" ed eventualmente estendere e rafforzare con una sorta di lockdown per tutto il periodo di Natale. La necessità di una nuova stretta, hanno spiegato i tecnici, è legata da un lato  all'impossibilità di un controllo capillare del territorio e dall'altro ai dati ancora "preoccupanti" del'epidemia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale 2020 | Stretta anti Covid, ipotesi lockdown o Italia in zona rossa: il Cts chiede misure più rigide al governo

LivornoToday è in caricamento