rotate-mobile
Cronaca Borgo / Via Carlo Bini

Scuole Carlo Bini, la replica dei genitori a Perini (FdI): "Nessun Natale cancellato, una vergogna servirsi dei bambini per fini politici"

La lettera dei rappresentanti di classe dopo le accuse del consigliere di Fratelli d'Italia: "Dette falsità, questo istituto è un esempio di integrazione multiculturale dove si rispettano i bambini e le bambine di tutte le età, etnie e religioni mantenendo comunque le tradizioni del nostro Paese"

Raggelanti, vergognose, orribili. Non usano mezzi termini i genitori degli alunni e delle alunne delle scuole Carlo Bini di Livorno per definire le accuse mosse dal consigliere di Fratelli d'Italia, Alessandro Perini, secondo cui alla primaria in Borgo sarebbe stato "cancellato il Natale", sostituito con un "felice inverno" per "non offendere altre etnie". Un attacco, sostengono, di una "gravità assoluta", "infondato" e che si basa su "falsità dette per un fine politico", oltretutto "strumentalizzando i bambini ". Ecco perché, dopo la replica della scuola, nella giornata di ieri venerdì 22 dicembre tutti e dieci i rappresentanti di classe hanno ritenuto opportuno firmare un documento di risposta al rappresentante di Fratelli d'Italia. "Ci teniamo a precisare che la nostra scuola NON ha abolito il Natale - scrivono i genitori nella lettera inviata a LivornoToday -. Le scuole Carlo Bini sono da sempre un ambiente accogliente e positivo che rispetta le bambine e i bambini di tutte le età, etnie e religioni, mantenendo comunque le tradizioni del nostro Paese".

Natale alle scuole Bini, la dirigente "Strumentalizzati bambini e docenti. Perini chieda scusa, pronti alle vie legali"

"Come ogni anno - spiegano i genitori -, anche questo Natale non sono mancate recite, lavoretti e addobbi natalizi. È davvero una vergogna strumentalizzare i bambini per un fine politico ed è stato un grande dispiacere leggere accuse e offese ai nostri insegnanti e alla dirigente scolastica, che prima di tutto sono persone e un'ottima guida per i nostri bambini. Detto questo, vi auguriamo un buon Natale, sperando che lo spirito natalizio ci renda davvero tutti più buoni". Una difesa totale del personale docente che si legge anche in diversi commenti social di altri genitori della scuola: "Mia figlia è stata cinque anni alle Bini - racconta una mamma - e non è mai stato vietato niente ai bambini. Questa è una scuola multi etnica, accogliente, propositiva, dove si insegna il rispetto. I bimbi fanno la recita di Natale, cantano buon Natale, non c'è nessun tipo di problema: è stata una cosa vergognosa, strumentalizzare bambini a fine politico, nessuno ha mai abolito il Natale". 

"È assolutamente raggelante - scrive un padre - la diffusione di falsità e fake sulla Scuola Primaria Carlo Bini di Livorno sollevate da individui il cui unico scopo è quello diffondere odio in vista delle imminenti elezioni amministrative comunali ed europee. Oltre a un corpo docente di insegnanti preparate e di primo ordine, il plesso scolastico è esempio di integrazione multiculturale, dove i bambini godono di esemplare affiatamento ed amicizia. Una dimensione dentro la quale le parole razzismo e discriminazione sono totalmente assenti e sconosciute ai piccoli. Sono passati pochi giorni dalla consueta recita natalizia dove tutti i bambini (italiani del sud e del nord, livornesi, asiatici, arabi, indiani, est europei ecc...) vestiti di rosso con cappellini da Babbo Natale hanno intonato e cantato canzoni della tradizione natalizia, compresi i figli di genitori di origine musulmana! La parola Natale è presente nei molti lavoretti che i nostri bambini hanno svolto e la si percepisce nell'atmosfera come è sempre stato".

"È orribile che venga strumentalizzato in maniera agghiacciante un bigliettino di auguri di bimbi di seconda elementare - chiude un'altra mamma rivolgendosi direttamente a Perini -, non ha minimo rispetto del lavoro dei piccoli e degli insegnanti. Non si deve permettere di giudicare le scelte di una classe che lavora davvero tutti i giorni su temi importanti, fra cui anche la diversità religiosa. Nei giorni scorsi abbiamo fatto una bellissima rappresentazione di Natale che parlava di ambiente, pace e fratellanza, e ieri i bambini hanno fatto una festa di Natale scambiandosi regali fatti con materiale di riciclo. In questi giorni ho visto vivere alla mia bimba a scuola con molto trasporto ed entusiasmo la preziosissima magia del Natale, con attività didattiche e belle iniziative di condivisioni con noi famiglie.Crede davvero che per i nostri bambini si stato 'cancellato il Natale?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole Carlo Bini, la replica dei genitori a Perini (FdI): "Nessun Natale cancellato, una vergogna servirsi dei bambini per fini politici"

LivornoToday è in caricamento