rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca Porto

Naufragio al largo di Livorno, salvati uomo in mare e barca in avaria

Complicata operazione di salvataggio in zona rigassificatore: 46enne recuperato in acqua da un'imbarcazione di passaggio soccorsa poi dalla capitaneria di porto

È caduto in mare mentre cercava, insieme alle altre due persone a bordo, di svuotare l'acqua dalla barca che stava affondando nelle vicinanze del rigassificatore Olt. Per fortuna, prima ancora dell'arrivo della motovedetta della capitaneria di porto, allertata nella mattina di venerdì 27 dicembre, l'uomo è stato recuperato da un'imbarcazione di passaggio, al largo tra la costa livornese e quella pisana, la quale si era precipitata in soccorso del natante in difficoltà. Messo in salvo il 46enne, è stato tuttavia necessario anche l'intervento di un mezzo dei vigili del fuoco della sezione navale per trainare a riva la barca semiaffondata, mentre gli uomini della guardia costiera, dopo aver caricato a bordo gli altri due naufraghi, hanno rimorchiato in porto l'imbarcazione arrivata in soccorso ma successivamente arenatasi per un'avaria. Un'operazione complicata che si è tuttavia conclusa felicemente con le cure immediate, da parte dei volontari della Misericordia di Livorno, all'uomo caduto in mare, scongiurando così anche il rischio di un principio di ipotermia.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naufragio al largo di Livorno, salvati uomo in mare e barca in avaria

LivornoToday è in caricamento