Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Concordato Aamps chiuso in anticipo, Nogarin: "Felice per la città, chi ci insultava dalla balaustra ora festeggia con noi"

L'ex sindaco rivendica il coraggio della scelta fatta per salvare l'azienda dei rifiuti dal fallimento. "Porta con orgoglio la nostra firma". Il deputato Berti: "Va ringraziato"

"Coloro che ci insultavano dalla balaustra e urlavano cose farneticanti con il megafono oggi festeggiano con noi". Così, in un post pubblicato oggi, venerdì 23 aprile, sulla propria pagina Facebook, l'ex sindaco di Livorno Filippo Nogarin, commenta la notizia della chiusura anticipata del concordato di Aamps annunciata ieri, giovedì 22, dall'attuale primo cittadino Luca Salvetti, definendola "un grande successo per la città di Livorno". Nel marzo 2017, infatti, a metà del mandato Nogarin, tra polemiche e discussioni provenienti da varie parti la sezione fallimentare del tribunale dispose l'omologa del concordato preventivo chiesto dall'azienda di rifiuti, nel vortice dei debiti. Un concordato, che si sarebbe dovuto chiudere nel 2022 e che invece si esaurirà con un anno di anticipo. Scelta, quella percorsa dall'allora giunta pentastellata, spesso contestata. 

"Decisione difficile e innovativa. Con orgoglio posso dire che porta la nostra firma"

"Cinque anni fa - ha proseguito Nogarin - a Livorno abbiamo preso una decisione difficile e sicuramente innovativa in un ente pubblico, tra mille pressioni e qualche minaccia. Abbiamo deciso di risanare una società interamente pubblica oberata dai debiti, tutto questo senza scaricare sui cittadini le inefficienze delle gestioni precedenti. Lo abbiamo fatto mentre tutti gli altri ci dicevano di ricapitalizzare, senza porsi troppe domande e farsi tanti scrupoli". L'ex sindaco, oggi amministratore della società Metropark, facente parte del gruppo Fs, rivendica quella scelta affermando che "il concordato preventivo in continuità di una azienda interamente pubblica ha fatto scuola, ed è oggi un esempio virtuoso nel diritto amministrativo. Con orgoglio posso dire che ha la mia firma e quella della mia squadra".

"Anche nel pubblico non esiste risanamento senza riforme"

Nogarin ha spiegato che l'esperienza di Aamps ha rappresentato la prima gestione manageriale di una grande crisi aziendale, "una crisi - ha evidenziato - che mi ha insegnato tre grandi cose". "La prima è che, anche nel pubblico, non esiste risanamento senza riforme. Se oggi Aamps è un patrimonio pubblico sano della città di Livorno, e mi auguro che resti tale, lo si deve sopratutto alla nostra capacità di compiere quelle scelte. Ed ecco la seconda cosa che mi ha insegnato: da soli non si va da nessuna parte. Occorre una squadra - ha aggiunto - e la mia squadra era composta da persone generose, appassionate ed eccellenti. Ad ognuna di loro dovrebbe andare il riconoscimento di coloro che sono onesti intellettualmente e oggi riconoscono questo grande successo. La terza è che ci vuole coraggio, sempre".

Il deputato Francesco Berti: "Va ringraziato Nogarin per la scelta che fece"

Berti3-2A proposito della conclusione del concordato preventivo in continuità per l’azienda municipale dei servizi di raccolta rifiuti è intervenuto anche il deputato M5S Francesco Berti: "Cinque anni fa - ha detto - un sindaco coraggioso ha deciso di portare in tribunale i bilanci una società pubblica oberata da milioni debiti. Sarebbe stato più semplice fare finta di nulla, come succede in tante aziende partecipate: continuare a spremere i contribuenti, fare tagli lineari al bilancio comunale e mettere i soldi in un servizio pubblico inefficiente. La scelta in totale discontinuità con la gestione Pd scatenò i potentati locali, tra cui i sindacati storici, che provarono a spaventare la popolazione ripetendo come un mantra che 500 persone avrebbero perso i posti di lavoro. Così non è stato - ha concluso Berti - e un minimo di onestà intellettuale imporrebbe di ringraziare Filippo Nogarin e la squadra del M5S Livorno che ha preso questa scelta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concordato Aamps chiuso in anticipo, Nogarin: "Felice per la città, chi ci insultava dalla balaustra ora festeggia con noi"

LivornoToday è in caricamento