Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Nuovo Dpcm, lockdown nei weekend e maggiori restrizioni nelle zone gialle: le ipotesi del governo

Riunione tra il premier Draghi, alcuni ministri e il Cts: nuove norme in vigore, probabilmente, già dal 13 marzo

Rafforzare le misure restrittive nelle zone rosse e gialle, chiusure forzate nei weekend, favorire il tracciamento dei contatti ed estendere la campagna vaccinale a "più persone possibili". Sono queste, in estrema sintesi, le novità che dovrebbero essere inserite nel Dpcm entrato in vigore lo scorso 6 marzo. Le decisioni sono state al centro della riunione andata in scena ieri, mercoledì 10 marzo, tra il premier Draghi, alcuni ministri e il Cts.

Oggi verranno illustrate ai presidenti delle Regioni e venerdì dovrebbero entrare in vigore quando alla cabina di regina arriveranno i nuovi dati del contagio. Gli esperti hanno sottolineato un peggioramento della curva epidemiologica e una rapida diffusione delle varianti del Coronavirus e per questo ritengono le attuali misure "insufficienti". L'obiettivo è quello di riportare l'indice nazionale dell'Rt sotto 1. 

Lockdown, spostamenti, bar e ristoranti: le modifiche al Dpcm

La novità principale riguarda i weekend: il Cts ha proposto di istituire una sorta di lockdown nei festivi e prefestivi sul modello della zona rossa con spostamenti vietati se non per comprovate necessità e negozi chiusi. L'alternativa è quella di consentire gli spostamenti solamente all'interno del proprio comune così come avviene in zona arancione. La fascia con le maggiori restrizioni, inoltre, dovrebbe scattare in automatico appena un territorio supera la soglia dei 250 casi su 100mila abitanti in sette giorni e non a discrezione dei governatori come prevede ora il Dpcm. Per quanto riguarda le zone gialle, l'idea è quella di limitare al massimo i contatti tra le persone al fine di evitare il crearsi di inutili assembramenti.

Gli spostamenti tra le regioni in questo momento sono vietati fino al prossimo 27 marzo, ma una proroga che includa anche la settimana di Pasqua e Pasquetta è molto probabile. Non ci saranno deroghe per ristoranti e bar che continueranno a essere chiusi e potranno effettuare solamente asporto (fino alle 22) e consegne a domicilio (senza limitazioni). 

Il comitato, inoltre, chiede di estendere la campagna vaccinale a più soggetti possibili e nei tempi più brevi possibile. Per gli esperti infatti c'è la necessità di potenziare il sequenziamento del virus per individuare prima possibile le varianti. A questo si dovrebbe aggiungere il velocizzare la trasmissione dei dati per evitare di fare valutazioni su quelli vecchi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Dpcm, lockdown nei weekend e maggiori restrizioni nelle zone gialle: le ipotesi del governo

LivornoToday è in caricamento