Forte odore di gas a Livorno, OLT: "Nessuna perdita nei nostri impianti"

La società che gestisce il terminale offshore a largo del Calambrone chiarisce in merito alle maleodoranze avvertite in città: "Non c'entra il rigassificatore. E poi il gnl è totalmente inodore"

Mentre è mistero sulle cause che hanno generato un forte odore di gas avvertito in tutta Livorno a partire dalla mattina del 17 settembre e per tutto il giorno successivo, ecco la nota di chiarimento, a puro titolo informativo, diramata da OLT Offshore LNG Toscana, la società che detiene la gestione commerciale del terminale galleggiante di rigassificazione FSRU Toscana, ormeggiato a circa 12 miglia al largo delle coste tra Livorno e Pisa. Dall'impianto, come assicurano da OLT, non ci sarebbe stata alcuna perdita di gnl, gas naturale liquefatto che, tra l'altro, è notoriamente inodore: un chiarimento che la società ha ritenuto necessario condividere con la cittadinanza dopo le ipotesi avanzate dalla stessa e in assenza di risposte ufficiali sulle cause del forte "puzzo" che ha allarmato la città

Odore di gas in città, OLT: "Nessuna perdita al terminale. E poi il gnl è inodore"

"Con riferimento al persistente odore di gas avvertito sia nella città di Livorno che nei dintorni di Pisa - spiegano da OLT -, a titolo informativo per la cittadinanza del territorio, OLT intende comunicare che, a prescindere dal fatto che a bordo del terminale non c'è stata alcuna perdita di gas, il gas naturale ricevuto dalle navi che scaricano il prodotto nel nostro impianto è totalmente inodore e incolore. Questa informazione è stata già condivisa con tutte le istituzioni preposte alla tutela della sicurezza e dell'ambiente del territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per completezza di informazioni, che ci preme condividere con il territorio, i composti odorizzanti vengono aggiunti in una fase successiva al gas naturale, prima della distribuzione nella rete cittadina - chiudono da OLT -. A bordo della FSRU Toscana, come nelle navi gasiere che portano il prodotto al nostro terminale, non sono presenti le sostanze odorizzanti né impianti per iniettarle".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi rissa in via del Pelaghi, calci e pugni fuori da un locale con lanci di bottiglie e bidoni della spazzatura

  • Tragedia in Fi-Pi-Li, livornese muore a 22 anni dopo lo schianto in moto

  • Coronavirus: un contagio a Livorno, altri 8 nuovi positivi in Toscana. Il bollettino di domenica 2 agosto

  • Previsioni meteo, in arrivo vento, pioggia e temporali: lunedì 3 agosto codice giallo in Toscana

  • Coronavirus: due nuovi casi a Livorno, altri 9 positivi e un morto in Toscana. Il bollettino di martedì 4 agosto

  • Coronavirus: zero contagi a Livorno, 6 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 1 agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento