rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Castagneto Carducci

Nasce l'olio Igp Toscano Bolgheri: "Un valore aggiunto per tutto il territorio"

Nuova indicazione territoriale a cui faranno riferimento circa 250 aziende. Un progetto in collaborazione con il Consorzio di tutela dei vini bolgheresi

È stata presentata nei giorni scorsi a Donoratico la nuova indicazione territoriale Olio Toscano Igp Bolgheri. Saranno 250 le aziende olivicole iscritte al Consorzio di Tutela dell'Olio Igp Toscano - 241 gli olivicoltori, 4 i frantoi e 7 gli imbottigliatori - appartenenti a questo areale della Doc Bolgheri e Doc Bolgheri Sassicaia che potranno fregiarsi di commercializzare l'extravergine con la nuova indicazione territoriale. "Siamo molto soddisfatti di avere dato l'impulso per la nascita di un'indicazione territoriale che tuteli e garantisca l'origine di un prodotto come l'olio, che qui ha sempre avuto una grande importanza. - spiega il presidente del Consorzio Doc Bolgheri e Doc Bolgheri Sassicaia, Albiera Antinori - Il ruolo delle denominazioni è fondamentale e in questo senso ringraziamo il Consorzio dell'Olio Igp Toscano che ha accolto fattivamente la nostra proposta facendola diventare realtà".

Migliori vini rossi d'Italia, primo posto per il Bolgheri Sassicaia 2017. Dominio della Toscana nella top 100

Un progetto, dunque, che nasce dal territorio e che porta con sé l'obiettivo di valorizzare e tutelare la produzione. Il durissimo periodo della pandemia infatti non ha avuto impatto sulle performance dell'olio Toscano Igp. Le esportazioni, nel 2020, tra lockdown e restrizioni, sono aumentate del 15%. A dirlo è proprio una stima del Consorzio di Tutela per l'Olio Toscano Igp. "La nuova indicazione territoriale di Bolgheri - spiega Fabrizio Filippi, Presidente Consorzio di Tutela - è intimamente legata a queste terre, alla sua storia, alla tradizione e all'appeal di un territorio che sa produrre, insieme ad ottimi vini, straordinari extravergine di oliva. Sarà un valore aggiunto per le imprese olivicole del territorio e di riflesso per tutto il nostro Made in Tuscany. La richiesta di questa specificazione territoriale, Bolgheri, è arrivata direttamente dalle aziende come una necessità spontanea. La pandemia ci ha chiaramente detto che puntare sulle indicazioni geografiche e sulle caratterizzazioni è una strategia vincente. Lo dicono i numeri delle vendite in Italia e all'estero.

L'olio Igp Toscano è la principale produzione regionale a denominazione tutelata: 9mila soci e 30 milioni di euro di esportazioni

Reduce da una stagione non favorevole a causa dell'andamento climatico, che ha dimezzato il raccolto, ma senza intaccarne la qualità, l'olio Igp Toscano continua a rappresentare la principale produzione toscana a denominazione tutelata per valore al consumo con 50 milioni di euro e con circa 30 milioni di euro di esportazioni (30% mercato europeo, 70% paesi extra Ue). Quasi 9 mila i soci e 7 milioni le piante iscritte al Consorzio. Una bottiglia su cinque di extravergine prodotta in Toscana è Igp, pari al 20% della produzione totale regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce l'olio Igp Toscano Bolgheri: "Un valore aggiunto per tutto il territorio"

LivornoToday è in caricamento