rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Campiglia Marittima

Omicidio a Venturina, 28enne uccide il padre con una coltellata dopo una lite in casa

A provocare la morte dell'uomo, un 64enne colpito all'addome con un coltello da cucina, sarebbe stato il figlio che avrebbe poi chiamato il 118. Il giovane ascoltato dai carabinieri

Omicidio questa mattina di sabato 20 marzo a Venturina, nel comune di Campiglia Marittima (Livorno), dove un 28enne ha ucciso il padre (Stefano Biagi, 64 anni ingengenere alla Magona di Piombino), con una coltellata all'addome in seguito a una lite in casa. Secondo una primissima ricostruzione dei carabinieri della stazione di Venturina e della compagnia di Piombino, che al momento stanno proseguendo gli accertamenti sul posto e stanno sentendo in caserma il figlio della vittima, il giovane avrebbe colpito il padre all'addome con un coltello da cucina, mentre nell'abitazione si trovava anche la madre. Sarebbe stato poi lo stesso 28enne ad avvisare il 118, con il personale sanitario che, una volta arrivato sul posto, ha tentato tutte le manovre per rianimare il ferito senza tuttavia riuscire a salvargli la vita. Sul caso indagano i carabinieri del Nucleo investigativo di Livorno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Venturina, 28enne uccide il padre con una coltellata dopo una lite in casa

LivornoToday è in caricamento