Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Asl, i lavoratori coinvolti nell'appalto ausili protesici in sciopero. La Filcams-Cgil: "In tre rischiano il posto"

La denuncia del sindacato: "L'azienda subentrante vorrebbe inserire in organico solo 15 dipendenti dei 18 totali. Una decisione inaccettabile"

A partire da oggi, lunedì 26 aprile, i lavoratori coinvolti nell'appalto ausili protesici dell'Asl nordovest hanno indetto sciopero a oltranza. La comunicazione è arrivata direttamente da Flaviano Bardocci (funzionario Filcams-Cgil provincia di Livorno): "La Lgr di Bologna - commenta il sindacalista -, ditta che a partire dal 1 maggio subentrerà nell'appalto (trasporto, installazione e riparazione di ausili protesici come ad esempio letti antidecubito, deambulatori, montascale) fino ad ora gestito dalla Tecnologie Sanitarie di Roma, non appare infatti intenzionata a riassumere tutti i lavoratori impiegati da quest'ultima. La Tecnologie Sanitarie fino a oggi si è avvalsa di 18 dipendenti: 2 assunti a tempo indeterminato e 16 interinali (14 di essi assunti con la formula dello "staff leasing"). La Lgr sembra disposta a riassumere soltanto 15 persone: una posizione inaccettabile e irricevibile".

Bardocci chiede maggiore chiarezza all'azienda subentrante: "Si deve assumere le proprie responsabilità e di dimostrare sensibilità nei confronti di lavoratori altamente professionali che in questi anni hanno svolto il proprio dovere sempre con professionalità e passione. Chiediamo dunque che la Lgr assuma tutti i 18 operai impiegati fino ad oggi, alle stesse condizioni contrattuali e senza la previsione del periodo di prova". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl, i lavoratori coinvolti nell'appalto ausili protesici in sciopero. La Filcams-Cgil: "In tre rischiano il posto"

LivornoToday è in caricamento