Tari, la seconda rata va pagata entro il 16 novembre: la guida su come fare

In caso di versamenti successivi alle date di scadenza, l’importo sarà integrato con una sanzione calcolata in base a una percentuale che varia tra lo 0,1% e l'1,67%

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato sul pagamento della seconda rata della Tari. 

È in scadenza la seconda rata dell'acconto TARI (tassa sui rifiuti) per l'anno 2020. L'Amministrazione comunale ricorda che il versamento va fatto entro lunedì 16 novembre, utilizzando i modelli F24 a suo tempo recapitati. La terza ed ultima rata dell'acconto 2020 scadrà il 16 dicembre, mentre il saldo dell'annualità 2020 è previsto dal 2021. 

A causa delle limitazioni imposte dall'emergenza sanitaria, è possibile richiedere chiarimenti in merito alla propria posizione relativa alla tassa sui rifiuti con le modalità qui indicate:

  • in via prioritaria rivolgersi allo sportello telematico Tari, telefonando al numero 0586.88.60.31 o inviando una mail a tari.livorno@icatributi.it
  • per i casi non risolvibili telematicamente o di particolare rilevanza e complessità, è possibile rivolgersi di persona agli uffici, che ricevono solo su appuntamento. L'appuntamento può essere prenotato tramite il sito www.tupassi.it o scaricando la relativa "app". È possibile prenotare un appuntamento anche telefonando al numero 0586.88.60.31. L'appuntamento sarà gestito dall'Ufficio Tari di via Marradi 118 negli orari di apertura al pubblico: lunedì e venerdì 9-13; martedì e giovedì 15.30-17.30. Il mercoledì l'ufficio è chiuso al pubblico.

Per ulteriori informazioni possono essere consultate le pagine dedicate alla TARI sul sito web del Comune www.comune.livorno.it, area tematica “Tributi”, sezione "Tares-Tari". 

Mancato recapito dell'avviso di pagamento

In caso di mancato recapito domiciliare dell'avviso di pagamento e dei modelli F24 per il versamento, il contribuente può entrarne in possesso:

  • facendone richiesta tramite posta elettronica all'indirizzo tari.livorno@icatributi.it

  • da www.comune.livorno.it > Servizi Online > Sportello del Cittadino > Tributi > Consultazione posizione tributaria. Per accedere occorrono le credenziali CITEL fornite dall'Urp del Comune. A questo punto selezionare Tares/Tari, cliccare su "Posizioni Tares/Tari" e quindi "Stampa avviso ordinario" con riferimento all'anno 2020. È possibile stampare sia l'avviso di pagamento sia i modelli F24 (sono disponibili sia i modelli per i versamenti rateali sia il modello per il pagamento in rata unica).

Pagamenti in ritardo (ravvedimento operoso)

In caso di versamenti successivi alle date di scadenza, l'importo delle rate dovrà essere integrato con una sanzione calcolata in base a una percentuale che, a seconda dei giorni di ritardo, varia tra lo 0,1% e l'1,67% (cosiddetto ravvedimento operoso). Le modalità di calcolo si trovano su www.comune.livorno.it -> Tributi -> Tares-Tari -> Ravvedimento operoso

Torna su
LivornoToday è in caricamento