menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio a Paolo Rossi, il ricordo di Giani: "Dolore e commozione, ci lascia il più grande calciatore toscano di tutti i tempi"

L'ex attaccante, nato a Prato nel 1956 ed eroe dei Mondiali dell'82, è scomparso nella serata del 9 dicembre. Le parole del presidente della Regione

Paolo Rossi, l'eroe dei Mondiali dell'82, è morto. L'ex attaccante, nato a Prato nel 1956, è scomparso la sera del 9 dicembre all'età di 64 anni al termine di una lunga malattia. L'annuncio, con un post pubblicato su Instagram, è stato dato dalla moglie Federica Cappelletti, con la quale Pablito, che nel corso della sua carriera ha indossato le maglie di Juventus, Como, Vicenza, Perugia, Milan e Verona, era sposato dal 2010.

Giani: "Indimenticabili quei tre gol al Brasile, è stato il più grande calciatore toscano"

Una notizia che ha scosso l'intero mondo sportivo nazionale e che è stata così commentata dal presidente della Regione Eugenio Giani: "Con profondo cordoglio e commozione, a nome mio personale e della Regione Toscana, mi associo al dolore della famiglia per la scomparsa di Paolo Rossi, il più grande calciatore toscano e uno dei più forti giocatori italiani di tutti i tempi - ha dichiarato Giani -. Quei tre gol al Brasile ai mondiali del 1982, che aprirono la porta alla conquista del titolo da parte degli azzurri, sono rimasti nella storia del calcio mondiale. Rossi era toscano di Prato. Il suo nome è indissolubilmente legato alla squadra del Lanerossi Vicenza che, da neopromossa, portò a sfiorare lo scudetto nel 1978. Alla moglie Federica e ai figli - ha aggiunto - giunga la vicinanza non solo della Regione ma di tutto il popolo toscano. Troveremo sicuramente il modo per rendere un degno omaggio alla memoria e al valore di questo grande uomo di sport".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Piazza Grande, riaperta la farmacia comunale: i nuovi servizi offerti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento