menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lockdown a Pasqua e Pasquetta, tutte le sanzioni per chi non rispetta le misure restrittive

Pesanti multe se vengono violati i divieti di spostamento e di assembramento. Il Viminale: "Intensificheremo i controlli in tutte le città"

Maggiori controlli durante le festività di Pasqua, più agenti nelle strade per far rispettare tutte le misure in vigore a partire da ieri, sabato 3 aprile. Linea dura del Viminale che, dopo la riunione presieduta dal ministro dell'Interno, Luciana Lamorghese, ha previsto un "rafforzamento delle attività di prevenzione e di controllo del territorio, con particolare riguardo nei parchi, sui litorali, sulle arterie stradali e autostradali, nelle stazioni, nei porti e negli aeroporti". E non mancheranno le sanzioni qualora i cittadini non rispettassero quanto previsto dall'ultimo Dpcm che ha disposto il lockdown dal 3 al 5 aprile. 

Toscana in zona rossa fino al 20 aprile 

Le misure in Toscana

Pasqua, le multe per chi non rispetta le regole 

Il costo della sazione per chi non rispetta le misure antiCovid può variare dai 400 fino ai mille euro. L'importo tuttavia viene ridotto del 30% in caso di pagamento entro 5 giorni: la multa minima, in questo caso, sarà di 280 euro. In base a quanto stabilito dal governo, verranno multati chi effettua spostamenti non giustificati, chi non rispetta il coprifuoco e chi esca dalla propria regione senza un valido motivo (salute, lavoro, necessità). 

Se qualcuno invece viene sorpreso a non rispettare l'isolamento dopo essere risultato positivo al Coronavirus può incorrere nel reato di epidemia colposa con pena che va dai 6 mesi fino a 3 anni. Mano dura anche nei confronti di chi, dopo essere stato in contatto con un positivo, non rispetta la quarantena imposta: in questo caso si rischiano fino a 18 mesi in carcere e il pagamento di una multa che può arrivare anche a 5mila euro. 

Pasqua in zona rossa, a Livorno rafforzati i controlli 

Pasqua e Pasquetta, i divieti è cosa è permesso fare

Sarà consentito una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata della stessa Regione, tra le 5 e le 22, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro. Tutti gli altri spostamenti, salvo che per motivi di salute, necessità o lavoro, sono vietati (necessario portare con sé l'autocertificazione). Si potrà andare a messa nel rispetto delle norme antiCovid anche se le autorità raccomandano di restare a casa e di seguire la liturgia in streaming mentre i pic-nic sono tassativamente vietati. Nelle faq del governo tuttavia è possibile avere un quadro completo di tutte le misure restrittive. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Pulizia a vapore: tutti i vantaggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento