Patto di collaborazione tra il Comune e i volontari di San Lazzaro

L'associazione si prenderà cura del chiostro francescano e della Chiesa della Madonna favorendone l'accesso e la conoscenza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

L'amministrazione comunale sottoscrive un nuovo patto di collaborazione come previsto dal Regolamento di amministrazione condivisa dei beni comuni. Dopo la sottoscrizione per la valorizzazione delle Terme del Corallo di dicembre scorso con le associazioni Reset Livorno e Terme del Corallo onlus, e di altri patti di collaborazione (Ensemble Bacchelli, comunità di sant'Egidio e Hotel Navy) questa volta il patto sarà con il corpo italiano di San Lazzaro – distretto Toscana  che si prenderà cura del complesso monastico "la Madonna" composto dal chiostro francescano della Madonna e dalla Chiesa della Purificazione ubicati entrambi in via della Madonna. La firma della sottoscrizione avverrà mercoledì 30 gennaio alle 11 alla presenza dell'assessore alla cultura Francesco Belais, del presidente del Corpo Italiano di San Lazzaro, don Salvatore Bevinetto, del vicepresidente Fabio Cecconi  e di una rappresentanza di volontari. Con questo patto di collaborazione il Corpo Volontari dei Cavalieri di San Lazzaro si impegna a valorizzare questo importante bene culturale della città collocato in una zona che è fulcro della storia livornese di accoglienza e multiculturalità religiosa. I volontari provvederanno a favorire l'accessibilità al complesso ai turisti e alla comunità livornese, dedicando particolare cura alle persone  con problemi sensoriali e di deambulazione. Il luogo infatti attira molti turisti, specie nel periodo estivo, che però troppo spesso non hanno accesso alle strutture per mancanza di personale idoneo. I volontari di San Lazzaro "controlleranno" la zona assicurando un presidio e la fruibilità del complesso, potenziando di conseguenza la conoscenza del patrimonio culturale cittadino. Durante il loro servizio, i volontari potranno raccogliere sostegni ed adesioni all'attività dell'associazione. 

Torna su
LivornoToday è in caricamento