rotate-mobile
Cronaca Porto

Porto di Livorno, pesca con i palamiti in area vietata: livornese multato dalla guardia di finanza

L'operazione del reparto operativo aeronavale. Nell'attività di controllo le fiamme gialle hanno sequestrato anche delle trappole per polpi non segnalate in zona Scolmatore

È uscito con la barca di notte per calare i palamiti dentro al porto di Livorno, area notoriamente interdetta ad ogni tipo di pesca per la sicurezza della navigazione,, ma è stato sorpreso dai finanzieri del reparto operativo aeronavale di Livorno, impegnati in servizi di tutela ambientale e rispetto delle normative. Per questo, un livornese è stato multato dagli uomini delle fiamme gialle che, nei giorni scorsi, hanno pure sequestrato in zona Scolmatore attrezzature per catturare polpi non adeguatamente segnalate. Entrambe le operazioni, fanno sapere dalla guardia di finanza, hanno consentito di reimmettere in mare il pescato ed elevare sanzioni amministrative per un massimo di 12mila euro, nonché sequestrare le attrezzature da pesca ai fini della successiva confisca.

Si tratta di due interventi che, come spiega il comandante della Stazione navale di Livorno, maggiore Alessio Sannino, "configurano un potenziale rischio per la sicurezza della navigazione, oltre alla necessità di seguire i canali ufficiali del commercio e vendita dei prodotti ittici, evitando il ricorso a forme di elusione della vigente normativa di settore con evidenti ripercussioni sulle attività commerciali virtuose connesse alla pesca e sull’habitat marino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto di Livorno, pesca con i palamiti in area vietata: livornese multato dalla guardia di finanza

LivornoToday è in caricamento