Cronaca

Naufragio al largo di Marina di Pisa, pescatori salvati dopo ore in mezzo al mare

Due uomini, entrambi livornesi di 44 e 45 anni, sono stati recuperati e messi in salvo dalla capitaneria di porto dopo che la loro imbarcazione era precipitosamente affondata

Sono rimasti in mezzo al mare almeno cinque ore, aggrappati a un atollo galleggiante di salvataggio dopo che il loro peschereccio, a circa due miglia e mezzo al largo della costa di Marina di Pisa, era precipitosamente affondato nella mattina di giovedì 29 ottobre. Minuti interminabili fino all'arrivo di una motovedetta della capitaneria di porto che, avvisata dall'equipaggio di un'altra imbarcazione di rientro in porto, ha recuperato e messo in salvo i due naufraghi, riportati poi a terra dove ad attenderli erano presenti due ambulanze della Svs di Livorno di cui una con il medico a bordo.

Entrambi in leggero stato di ipotermia, i due uomini, livornesi di 44 e 45 anni, sono stati trasportati in ospedale per le cure del caso e i necessari accertamenti. Ancora da chiarire i motivi per cui il peschereccio avrebbe iniziato a imbarcare velocemente acqua prima di affondare in pochissimo tempo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naufragio al largo di Marina di Pisa, pescatori salvati dopo ore in mezzo al mare

LivornoToday è in caricamento