Cultura, artisti livornesi in un video a sostegno della petizione "L'arte è vita, salviamo lo spettacolo dal vivo"

L'idea del violista della Scala, Danilo Rossi, appoggiata dai livornesi Gabriele Baldocci, Marco Conte, Barbara Luccini e Marco Voleri: "Serve un sistema previdenziale serio per gli artisti"

ph Marco Voleri

Se è vero che in piena emergenza da coronavirus il mondo dello spettacolo si è giustamente dovuto fermare, è altrettanto vero che gli spettacoli in streaming non possono essere una soluzione definitiva. L'artista ha bisogno del pubblico e il pubblico ha bisogno dell'energia dell'artista e prima o poi il settore, fortemente danneggiato, dovrà trovare strumenti e risorse per ripartire. Per farlo è stata lanciata su Change.org la petizione "L'arte è vita, salviamo lo spettacolo dal vivo", ideata dai violinisti Alessandro Quarta e Danilo Rossi, dall'attore e regista Alessio Boni e dal violoncellista Mario Brunello, con il sostegno di decine di altri artisti ed indirizzata al Mibact. A sostegno della petizione, e del mondo dello spettacolo, si è mosso anche il pianista livornese dalla carriera internazionale Gabriele Baldocci, che attualmente vive e lavora nel Regno Unito, il quale ha realizzato un video dal titolo "L'arte è vita" coinvolgendo altri colleghi per sensibilizzare il pubblico e far crescere la petizione.

Gabriele Baldocci: "Il governo ha ignorato per troppo tempo i lavoratori dello spettacolo"

"L'idea del video - racconta Baldocci - nasce dal desiderio di raccontare la situazione in cui si trova il comparto dello spettacolo dal vivo che è causa di forte preoccupazione perché si fa sentire il silenzio assordante del governo che, nell'emergenza coronavirus ci ha completamente ignorato. Visto che il premier parla di ripartenze ho pensato, così come altri colleghi, che fosse il momento di far ripartire anche il mondo dello spettacolo".

Nel video, che ha superato le 1500 visualizzazioni in pochi giorni, compaiono accanto all'attrice Amanda Sandrelli e alla prima viola del Teatro alla Scala, Danilo Rossi, anche i livornesi Marco Conte, attore di cinema e teatro, Barbara Luccini, soprano e il tenore Marco Voleri, neo direttore artistico del Festival Mascagnano. A fare da guida la voce dello stesso Baldocci che prova a raccontare come sarebbe il mondo se si fermasse lo spettacolo.

Crisi Teatro e Spettacolo, il Comune tende una mano agli operatori della cultura: "Cerchiamo soluzioni insieme"
 

"Spettacolo fondamentale per l'economia del Paese, siamo un pilastro insostituibile"

"Adesso dobbiamo ripartire economicamente e vorrei che ci fosse la consapevolezza che il settore artistico è centrale per l'economia nazionle - racconta ancora Baldocci -. I turisti che scelgono l'Italia lo fanno per vedere il bello che c'è nel Paese, i monumenti, i musei ma anche la nostra opera lirica, i concerti, il teatro. Siamo un Paese d'arte e da troppo tempo lo Stato se ne lava le mani perché gli artisti sono così innamorati del proprio mestiere che spesso hanno accettato di svolgerlo per un tozzo di pane". Una realtà durata per troppo tempo ma che è il momento di cambiare. "Spero che si prenda esempio da altri Paesi europei e che si lavori per mettere in piedi in sistema previdenziale per artisti che vivono di spettacolo, è l'unico modo per avere un riconoscimento vero del nostro lavoro e anche la dignità che spetta agli artisti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'arte è vita, salviamo lo spettacolo": la petizione supera 20mila firma

Un messaggio rivolto al Mibact che ha raccolto la voce di centinaia di artisti e tecnici a difesa dello spettacolo dal vivo, motore imprescindibile del Paese. "La petizione ideata da Danilo Rossi e sostenuta dal mio video ha già raccolto oltre 21mila firme - conclude Baldocci - . Speriamo che questa unione completa del comparto dello spettacolo, per la prima volta tutti insieme, artisti e tecnici, arrivi a chi di dovere. Se si fermasse lo spettacolo si fermerebbe la vita stessa e se portiamo allo stremo tutta la categoria il mondo non avrà più speranze".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Fi-Pi-Li, livornese muore a 22 anni dopo lo schianto in moto

  • Coronavirus: un contagio a Livorno, altri 8 nuovi positivi in Toscana. Il bollettino di domenica 2 agosto

  • Previsioni meteo, in arrivo vento, pioggia e temporali: lunedì 3 agosto codice giallo in Toscana

  • Miss Livorno 2020, Elisa Giuffrida si aggiudica la prima tappa: tutte le premiate

  • Coronavirus: due nuovi casi a Livorno, altri 9 positivi e un morto in Toscana. Il bollettino di martedì 4 agosto

  • Calambrone, ritrovato il ragazzo scomparso nella mattinata di sabato 8 agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento