Autorità Portuale, il commissario Pietro Verna: "Basta rinvii, è tempo di decisioni"

L'ammiraglio è stato nominato dal ministro Toninelli dopo l'inibizione dei vertici dell'Authority: "Saremo all'altezza dell'Espo"

Di Livorno si ricordava quando, moltissimi anni, fa è entrato nell'Accademia Navale per iniziare il suo percorso nella Marina militare fino a diventare ammiraglio. Ora Pietro Verna è tornato nella città dei 4 Mori come commissario straordinario dell'Autorità Portuale dopo l'inibizione ai danni del presidente Corsini e del segregtario Provinciali: "Mi sono sentito in dovere di mettermi a disposizione di questa realtà - le sue prime parole -,sono ben consapevole dell'incarico che mi è stato affidato e delle difficoltà che ci saranno da affrontare". 

Quando ha saputo della nomina?
"Giovedì 7 marzo mi hanno informato della mia scelta e il giorno dopo ero già a Livorno. Ho voluto incontrare tutto il personale perché ho sempre pensato che sono le risorse umane a fare la differenza". 

Non ha avuto dubbi nell'accettare?
"E come si fa a non amare Livorno? Una città ricca di storia e tradizione con uno dei porti più importanti d'Italia. Per me essere stato scelto è stato un onore". 

Quali saranno i suoi primi provvedimenti?
"Mettere un freno ai tanti rinvii e stabilire le priorità. Una volta fatto questo sono sicuro che sarà tutto più facile. Spero di poter essere all'altezza del compito che mi è stato affidato". 

Ci saranno delle nuove nomine?
"Penso sia ancora presto per parlarne, ma con lo staff dell'Autorità Portuale, parleremo anche di questo". 

A Livorno a maggio ci sarà Espo Conference. Sensazioni? 
"La scelta di organizzarla in questa città non è casuale. Sono sicuro che la città sarà all'altezza di questo evento". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I numeri dell'Autorità di sistema portuale dell'Alto Tirreno

A margine della presentazione di Verna, Garbiele Gargiulo, dirigente del settore logistica dell'Autorità Portuale, ha diffuso i dati riguardanti le merci che sono transitate dai tre porti principali della Toscana: Livorno, Piombiono ed Elba (Portoferraio, Rio Marina e Porto Cavo). In totale sono state movimentate, nel 2018, 44 milioni di tonnellate di merce, facendo segnare una crescita del 7,3% nel tonnellaggio complessivo. Livorno è sempre più leader nel settore delle autostrade del mare, con le sue 507 mila unità commerciali in ingresso e in uscita dal porto. Un altro dato importante riguarda il settore container che ha fatto registrare complessivamente una crescita dell'1,9% rispetto al 2017, con 748 mila Teu movimentati. Bene anche le auto nuove con 666 mila unità e una crescita dell'1,3%. Chiusura con il traffico dei prodotti forestali: 1,65 milioni di tonnellate movimentate e +4% sul 2017.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Stabilimenti balneari, le tariffe 2020: quanto costa l'estate "sui bagni" tra abbonamenti, ombrelloni, lettini e cabine

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Pronto Soccorso, accessi per storte e "troppo sole". Medici stremati: "Non siamo più i vostri eroi?"

  • Bagni Fiume, apertura il 20 giugno con ingressi giornalieri: "I vecchi abbonati possono riconfermare cabina e ombrellone per il 2021"

Torna su
LivornoToday è in caricamento