Autorità Portuale, il commissario Pietro Verna: "Basta rinvii, è tempo di decisioni"

L'ammiraglio è stato nominato dal ministro Toninelli dopo l'inibizione dei vertici dell'Authority: "Saremo all'altezza dell'Espo"

Di Livorno si ricordava quando, moltissimi anni, fa è entrato nell'Accademia Navale per iniziare il suo percorso nella Marina militare fino a diventare ammiraglio. Ora Pietro Verna è tornato nella città dei 4 Mori come commissario straordinario dell'Autorità Portuale dopo l'inibizione ai danni del presidente Corsini e del segregtario Provinciali: "Mi sono sentito in dovere di mettermi a disposizione di questa realtà - le sue prime parole -,sono ben consapevole dell'incarico che mi è stato affidato e delle difficoltà che ci saranno da affrontare". 

Quando ha saputo della nomina?
"Giovedì 7 marzo mi hanno informato della mia scelta e il giorno dopo ero già a Livorno. Ho voluto incontrare tutto il personale perché ho sempre pensato che sono le risorse umane a fare la differenza". 

Non ha avuto dubbi nell'accettare?
"E come si fa a non amare Livorno? Una città ricca di storia e tradizione con uno dei porti più importanti d'Italia. Per me essere stato scelto è stato un onore". 

Quali saranno i suoi primi provvedimenti?
"Mettere un freno ai tanti rinvii e stabilire le priorità. Una volta fatto questo sono sicuro che sarà tutto più facile. Spero di poter essere all'altezza del compito che mi è stato affidato". 

Ci saranno delle nuove nomine?
"Penso sia ancora presto per parlarne, ma con lo staff dell'Autorità Portuale, parleremo anche di questo". 

A Livorno a maggio ci sarà Espo Conference. Sensazioni? 
"La scelta di organizzarla in questa città non è casuale. Sono sicuro che la città sarà all'altezza di questo evento". 

I numeri dell'Autorità di sistema portuale dell'Alto Tirreno

A margine della presentazione di Verna, Garbiele Gargiulo, dirigente del settore logistica dell'Autorità Portuale, ha diffuso i dati riguardanti le merci che sono transitate dai tre porti principali della Toscana: Livorno, Piombiono ed Elba (Portoferraio, Rio Marina e Porto Cavo). In totale sono state movimentate, nel 2018, 44 milioni di tonnellate di merce, facendo segnare una crescita del 7,3% nel tonnellaggio complessivo. Livorno è sempre più leader nel settore delle autostrade del mare, con le sue 507 mila unità commerciali in ingresso e in uscita dal porto. Un altro dato importante riguarda il settore container che ha fatto registrare complessivamente una crescita dell'1,9% rispetto al 2017, con 748 mila Teu movimentati. Bene anche le auto nuove con 666 mila unità e una crescita dell'1,3%. Chiusura con il traffico dei prodotti forestali: 1,65 milioni di tonnellate movimentate e +4% sul 2017.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saturimetro, come funziona e quali sono i migliori modelli

  • Caos Livorno, società latitante: dei soldi nessuna traccia e i giocatori se ne vanno

  • Coronavirus: 169 positivi tra Livorno e provincia, 2.508 in Toscana, ma crolla la percentuale rispetto ai tamponi. Il bollettino di mercoledì 18 novembre

  • Livorno, il presidente Heller: "Pagamenti in regola grazie a Carrano ed Aimo. Navarra, Ferretti e Spinelli? Non pervenuti"

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento