rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca

Piombino, aggredisce la moglie davanti alle figlie minorenni: arrestato dalla polizia, il tribunale dispone l'obbligo di firma

A chiedere l'intervento delle forze dell'ordine era stata la stessa vittima. L'uomo, un 36enne sorpreso dagli agenti in flagranza di reato, dovrà presentarsi alla polizia giudiziaria

Obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria: è questa la misura cautelare disposta dal giudice per un 36enne che, nel pomeriggio di venerdì 18 settembre, era stato arrestato dagli agenti del commissariato di polizia di Piombino i quali lo avevano colto in flagranza di reato mentre, davanti alle figlie minorenni, stava prendendo a botte la moglie. A chiedere l'intervento delle forze dell'ordine era stata proprio la donna che, nonostante la furia del coniuge, era riuscita a telefonare al 113 per chiedere aiuto.

Arrivati sul posto con una volante, i poliziotti riscontravano subito quanto effettivamente dichiarato dalla vittima, bloccando l'uomo mentre ancora era intento a colpire la moglie sotto lo sguardo impaurito e sbigottito delle bambine. Scagliatosi anche contro gli agenti, con gli uomini della Squadra Anticrimine arrivati nel frattempo in soccorso ai colleghi, il violento veniva infine arrestato e messo ai domiciliari. Già noto per precedenti in materia di stupefacenti e per reati contro la persona, l'arresto veniva quindi convalidato dal giudice che, valutata la situaizone, disponeva comunque la misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piombino, aggredisce la moglie davanti alle figlie minorenni: arrestato dalla polizia, il tribunale dispone l'obbligo di firma

LivornoToday è in caricamento