Cronaca Piombino

Piombino, branco di lupi aggredisce gregge e sbrana cinque pecore. Coldiretti: "Danno all'economia"

L'episodio nella notte tra il 4 e 5 ottobre. I predatori sono riusciti a oltrepassare una rete elettrosaldata alta 2 metri

Uccise due pecore, altre tre in fin di vita. È il bilancio dell'ennesima notte di terrore nei greggi della provincia di Livorno, questa volta a Baratti (Piombino) dove la presenza di lupi ed ibridi si è fatta via via sempre più frequente. L'attacco, come specificato da Coldiretti Livorno, risale alla notte tra il 4 e 5 ottobre. Un branco di lupi è riuscito ad aggirare una rete elettrosaldata alta 2 metri trovandosi poi davanti un gregge di oltre 300 capi. Al risveglio, l'allevatore di Baratti si è ritrovato di fronte ad una scena raccapricciante. Quanto accaduto riporta prepotente al centro del dibattito la necessità di una "vera svolta" per ripristinare un equilibrio sostenibile tra uomo ed animale. 

Secondo Coldiretti, gli attacchi ai greggi sarebbero molti di più rispetto a quelli poi effettivamente denunciati: "Spesso non vengono contati quelli senza predazione, a volte ripetuti, che spesso hanno conseguenze ancora più pesanti per le aziende come la riduzione della produzione di latte e gli aborti dovuti allo choch – spiega Matteo Serravalle, vicepresidente Coldiretti Livorno –  Serve una svolta e servono soluzioni”. Nel gregge dell'allevatore di Baratti erano presenti almeno un centinaio di pecore gravide che ora rischiano l'aborto a causa dello spavento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piombino, branco di lupi aggredisce gregge e sbrana cinque pecore. Coldiretti: "Danno all'economia"

LivornoToday è in caricamento