Nuova pista ciclabile in via Galilei, lavori al via dal 24 agosto. Cepparello: "Valorizziamo la mobilità sostenibile"

Il cantiere, che interesserà il lato scuole, durerà circa un mese. L'assessore: "Minimizzeremo l'impatto sui residenti con nuovi posti auto e un allargamento della Zsc"

Una nuova pista ciclabile in via Galileo Galilei, lato scuole. Questo l'ulteriore passo deciso dall'amministrazione comunale all'interno di una più ampia promozione della mobilità sostenibile, che mira a ridurre gli spostamenti in automobile e ciclomotori in favore di quelli con mezzi pubblici e biciclette. La pista, che andrà a collegarsi con quella già esistente sul Viale Carducci, verrà realizzata a partire dal prossimo 24 agosto, con i lavori che inizieranno a partire da lato Garibaldi protaendosi poi per circa un mese. Un periodo durante il quale il traffico in Via Galilei verrà regolamentato a senso unico in direzione Cisternone: una soluzione sperimentale che, nel caso dovesse dare risultati soddisfacenti, potrebbe poi essere applicata in maniera definitiva.

Nuova pista ciclabile a Livorno, Cepparello: "Minimizzeremo l'impatto sui residenti con nuovi posti auto e allargamento Zsc"

Cepparello-2

Ad illustrare nel dettaglio il progetto, nella mattina di giovedì 6 agosto, sono state l'assessore alla mobilità Giovanna Cepparello e l'ingegnere comunale Elga Pellegrini. "L'idea iniziale - ha dichiarato Cepparello - era quella di aspettare la fine del Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile) prima di avviare i primi cantieri. L'emergenza causata dal Covid ci ha poi spinto a velocizzare il percorso partendo dalla pista ciclabile in via Galilei, un'iniziativa che rientra nel progetto Modi' che abbiamo ereditato dalla precedente amministrazione. Il nostro obiettivo - ha sottolineato - è quello di minimizzare l'impatto del cantiere e della pista sulle persone che vivono nel quartiere ed abbiamo quindi pensato a delle strategie per salvaguardare la sosta. Se dovesse rimanere il senso unico, che secondo uno studio che abbiamo fatto con un modello matematico non dovrebbe produrre effetti importanti sulle strade vicine, la sosta rimarrebbe sostanzialmente la stessa, mentre nel caso in cui dovesse essere ripristinato il doppio senso il nostro obiettivo è recuperare circa 35 posti auto collegando i parcheggi di via Zola e via Terreni. Siamo poi pronti a migliorare l'accesso al parcheggio di via del Corona riservando alcuni posti ai residenti e vorremmo inoltre ampliare la Zsc". 

"Durante i lavori - ha aggiunto - ci potranno essere alcuni piccoli disagi, con la perdita di circa dieci/quindici posti sui tratti di carreggiata di volta in volta interessati dai lavori. In ogni caso contiamo di finire i lavori prima dell'inizio delle scuole, almeno per quanto riguarda le parti di fronte agli istituti".

"Dai livornesi un desiderio di cambiamento: bisogna promuovere la mobilità sostenibile"

L'assessore ha poi illustrato i risultati relativi al sondaggio online sul sito del Comune in materia di mobilità sostenibile: "I dati - ha affermato - ci dicono che a Livorno c'è volontà di cambiare. All'inchiesta hanno partecipato complessivamente 1136 persone, delle quali il 76% soggetti attivi. Queste, per il 75,8%, si sono dette favorevoli alle zone pedonali. Il 70,3% chiede poi un aumento delle zone 30, mentre il 40% desidererebbe una maggiore attenzione agli utenti deboli della strada, quali pedoni e ciclisti. Emerge inoltre che il 71% del campione non utilizza mezzi pubblici: di questi, il 55% sostiene che utilizzerebbe il servizio se gli orari fossero migliori, se la rete fosse più capillare e se ci fossero contributi per la sottoscrizione degli abbonamenti. Il 27% del campione - ha continuato - si sposta prevalentemente a piedi o in bicicletta: il mancato utilizzo della bici viene spiegato con l'eccessiva pericolosità del mezzo e con il timore di subire furti. Proprio la questione sicurezza ci sta molto a cuore: su questo siamo infatti riusciti ad ottenere un importante finanziamento da parte del ministero dei trasporti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Livorno - ha infine concluso Cepparello - ha una decisa vocazione all'utilizzo del mezzo privato, ma ha anche le potenzialità per cambiare. Questo ovviamente non significa impedire alle persone di usare l'auto, ma vogliamo venire incontro a chi chiede che venga dato maggior impulso alle forme di mobilità sostenibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Piazza Attias | Carabinieri e Municipale aggrediti da una cinquantina di ragazzini con calci, bastoni e pietre

  • Caos Livorno, inizia l'esodo dei giocatori: Mazzarani, Maestrelli e Kasa i primi a lasciare il Coni

  • Tragedia in viale Boccaccio, volontario della Misericordia di Montenero muore a 73 anni dopo un incidente

  • Caos Livorno, tre croci e una testa di maiale sul campo dello stadio: "Pagherete tutto". Indagano i carabinieri

  • Venezia, movida irresponsabile con assembramenti, fumogeni e risse: gli interventi delle forze dell'ordine

  • Coronavirus Toscana, dal 18 ottobre i tamponi si possono prenotare online: ecco come fare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento