Porto Livorno, concessione banchine: rinviati a giudizio i vertici dell'Autorità Portuale e sei imprenditori

La richiesta del gup per il presidente dell'Autorithy, Stefano Corsini, il segretario generale, Massimo Provinciali, l'ex direttore dell'area Demanio, Matteo Paroli e sei imprenditori. Contestati i reati di concorso in abuso d'ufficio e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici

I vertici dell'Autorità di sistema portuale di Livorno, l'ex dirigente dell'area Demanio e altri sei imprenditori sono stati rinviati a giudizio, nel pomeriggio di venerdì 14 febbraio, dal gup del tribunale di Livorno, Mario Profeta, per concorso in abuso d'ufficio e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. Nell'inchiesta partita dalla guardia di finanza, come riportato dall'Ansa, era emerso che l'utilizzo di banchine pubbliche avveniva in maniera continuativa con autorizzazioni in proroga trimestrale anziché su concessione temporanea.

I rinviati a giudizio sono: il presidente dell'Autorità portuale Stefano Corsini, il segretario generale Massimo Provinciali (entrambi già interdetti dai pubblici uffici per un anno a febbraio 2019, poi reintegrati rispettivamente dopo 6 e 8 mesi in virtù della riduzione da parte del tribunale del Riesame della sospensione, in realtà già annullata dalla Cassazione), l'ex dirigente dell'area Demanio e attuale segretario generale dell'Autorità portuale di Ancona Matteo Paroli, gli imprenditori Corrado Neri (45 anni), l'omonimo Corrado Neri (58 anni), Luca Becce, Costantino Baldissara, Federico Baudone e Massimiliano Ercoli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saturimetro, come funziona e quali sono i migliori modelli

  • Caos Livorno, società latitante: dei soldi nessuna traccia e i giocatori se ne vanno

  • Coronavirus: 169 positivi tra Livorno e provincia, 2.508 in Toscana, ma crolla la percentuale rispetto ai tamponi. Il bollettino di mercoledì 18 novembre

  • Livorno, il presidente Heller: "Pagamenti in regola grazie a Carrano ed Aimo. Navarra, Ferretti e Spinelli? Non pervenuti"

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento