Porto Livorno, concessione banchine: rinviati a giudizio i vertici dell'Autorità Portuale e sei imprenditori

La richiesta del gup per il presidente dell'Autorithy, Stefano Corsini, il segretario generale, Massimo Provinciali, l'ex direttore dell'area Demanio, Matteo Paroli e sei imprenditori. Contestati i reati di concorso in abuso d'ufficio e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici

I vertici dell'Autorità di sistema portuale di Livorno, l'ex dirigente dell'area Demanio e altri sei imprenditori sono stati rinviati a giudizio, nel pomeriggio di venerdì 14 febbraio, dal gup del tribunale di Livorno, Mario Profeta, per concorso in abuso d'ufficio e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. Nell'inchiesta partita dalla guardia di finanza, come riportato dall'Ansa, era emerso che l'utilizzo di banchine pubbliche avveniva in maniera continuativa con autorizzazioni in proroga trimestrale anziché su concessione temporanea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I rinviati a giudizio sono: il presidente dell'Autorità portuale Stefano Corsini, il segretario generale Massimo Provinciali (entrambi già interdetti dai pubblici uffici per un anno a febbraio 2019, poi reintegrati rispettivamente dopo 6 e 8 mesi in virtù della riduzione da parte del tribunale del Riesame della sospensione, in realtà già annullata dalla Cassazione), l'ex dirigente dell'area Demanio e attuale segretario generale dell'Autorità portuale di Ancona Matteo Paroli, gli imprenditori Corrado Neri (45 anni), l'omonimo Corrado Neri (58 anni), Luca Becce, Costantino Baldissara, Federico Baudone e Massimiliano Ercoli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estate 2020, slittano le riaperture dei bagni: "Troppe incognite, poco tempo per organizzarsi". A rischio la stagione ai Fiume

  • Baracchina Rossa multata, lo sfogo del titolare e le scuse dal sindaco: "Siamo esasperati". Salvetti: "Non lucreremo sui livornesi"

  • Truffe internazionali nella vendita delle case, 28 i casi a Livorno: quattro arresti, sequestrate villa e auto di lusso

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

  • Violenta lite a colpi di bottiglie in piazza XX Settembre, all'arrivo della municipale un uomo si denuda: due feriti

Torna su
LivornoToday è in caricamento