Parcheggi, caos in via San Simone: "Spariti circa 30 posti"

Proteste dei residenti, che nella giornata di sabato 18 ottobre hanno incontrato il consigliere comunale della Lega Carlo Ghiozzi

Caos parcheggi in via San Simone. A seguito dei recenti lavori di rifacimento dei marciapiedi, i residenti lamentano infatti una scarsità di posti auto, con il comitato dei cittadini che si è dato appuntamento con il consigliere comunale della Lega Carlo Ghiozzi nella giornata di sabato 19 ottobre per esaminare nel dettaglio la situazione.

Ghiozzi: "Spariti circa 30 posti auto"

"Ho incontrato il comitato dei cittadini per comprendere meglio la questione - ha detto Ghiozzi -. Il tutto si rifà ad un progetto del 2018 dell'ex amministrazione pentastellata, che prevedeva il rifacimento dei marciapiedi versanti in uno stato di degrado. Nell'eseguire i lavori di ampliamento è stata ridotta notevolmente la carreggiata stradale ed è stata tolta la possibilità di parcheggiare le auto su entrambi i lati. Il risultato è che in via San Simone sono spariti circa 30 posti macchina, creando non pochi problemi ai residenti. L'allargamento dei marciapiedi - ha proseguito - era stato giustificato dal fatto che, in questo modo, sarebbero potute passare contemporaneamente due carrozzine, ma poi nessuno ha previsto un parcheggio per persone disabili. In più, su un lato della strada è stata realizzata un'intera fila di parcheggi per motorini che rimangono quasi sempre vuoti. Un calcolo sovrastimato che rende difficile il parcheggio ai residenti".

Ghiozzi: "Come mai l'amministrazione Pd ha portato avanti un progetto del M5s che era stato criticato dai cittadini?"

"Come gruppo Lega - ha aggiunto il consigliere – porteremo la questione in consiglio comunale con un'interpellanza, attraverso la quale chiederemo i motivi per cui l'amministrazione Pd ha portato avanti un progetto del Movimento 5 Stelle già criticato dai cittadini in passato. Chiederemo che questi provvedimenti non si espandano alle altre strade del quartiere Ardenza, altrimenti si verrebbe a creare una carenza di posti auto non indifferente". 

Duranti: "Abbiamo avvisato il sindaco, ma non ha fatto niente"

"Ho scritto personalmente al primo cittadino lo scorso 6 ottobre per metterlo a conoscenza di quanto stava accadendo - commenta Roberto Duranti, uno dei membri del comitato dei residenti -. Mi è stato risposto che avrebbero preso in considerazione le mie parole, invece sono andati avanti con i lavori riducendo la carreggiata anche nel secondo tratto di via San Simone, togliendo così altri posti auto. Quando tornerà operativo il distretto sanitario di via del Mare, per noi si verranno a creare altri problemi di parcheggio".

Castelli: "Chiediamo il contrassegno per il quartiere di Ardenza"

"Sono stati realizzati i posti per i motorini senza che nessuno abbia fatto questa richiesta - commenta Virginia Castelli, residente in via San Simone -. Così facendo hanno tolto un'intera fila di parcheggi per le auto dimezzando i posti disponibili. Ogni giorno c'è sempre gente che viene a parcheggiare qui per andare in farmacia, per andare al ristorante o per andare a prendere i bambini a scuola e noi non troviamo mai posto. Vista la situazione - ha concluso - chiediamo all'amministrazione che la zona venga regolamentata dal contrassegno, in modo che così solo i residenti possano parcheggiare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

  • Toscana zona rossa fino al 4 dicembre, Giani: "Ancora un po' di pazienza, poi fino a Natale in zona arancione o gialla"

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento