rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca San Vincenzo

San Vincenzo, il Comune si costituirà parte civile nel processo a seguito dell'arresto dell'ex sindaco Bandini

Il prossimo 18 novembre è prevista l'udienza preliminare, il 9 marzo del 2021 uno scossone giudiziario portò al commissariamento dell'ente e all'indizione di nuove elezioni

Si svolgerà il prossimo 18 novembre, a distanza di più di un anno e mezzo da quel 9 marzo 2021 quando la Guardia di Finanza di primo mattino arrestò l'ex sindaco di San Vincenzo Alessandro Massimo Bandini, l'udienza preliminare del procedimento penale scaturito dai fatti che nel giro di poche settimane portarono al commissariamento dell'ente e all'indizione di nuove elezioni svoltesi nell'ottobre del 2021. Un vero e proprio terremoto, che portò Bandini ai domiciliari e più di venti persone indagate a vario titolo. 

San Vincenzo, commissariato il Comune dopo l'arresto e le dimissioni del sindaco Bandini

Dopo le dimissioni dell'allora sindaco Bandini il Comune di San Vincenzo ha vissuto un periodo di commissariamento con il viceprefetto Salvatore Parascandola, poi nell'ottobre del 2021 si sono svolte le nuove elezioni che hanno visto il trionfo di Paolo Riccucci. Riguardo al procedimento penale che ha mosso le gambe da quanto accaduto il 9 marzo 2021 nei mesi scorsi sono stati notificati gli avvisi di conclusione indagini. Tra poco più di un mese l'udienza preliminare.

Il Comune si costituirà parte civile, l'Amministrazione: "Un atto dovuto nei confronti della cittadinanza"

In questi giorni il Comune di San Vincenzo ha deliberato la costituzione di parte civile nel procedimento che sta quindi giungendo alla fine della fase preliminare. L'incarico è stato affidato all'avvocato Tullia Rainaldi del foro di Pisa. "Un atto - ha spiegato l’Amministrazione - che sentiamo dovuto nei confronti della cittadinanza e delle Istituzioni che si preservano garantendo la ricerca della verità, senza intenzioni persecutorie, ma senza omissioni. Dopo il 9 marzo, alla costernazione dell’intera comunità, è seguito un lungo silenzio sugli sviluppi giudiziari, ma siamo convinti che non sia il silenzio ciò che assicura il percorso necessario a riavvicinare le istituzioni ai cittadini e a ristabilire un rapporto di fiducia profondamente scosso. La conoscenza dettagliata dei fatti e la presa di coscienza dei meccanismi che hanno portato allo scioglimento del Consiglio Comunale - conclude l’Amministrazione -, devono costituire un monito per gli attuali e futuri amministratori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Vincenzo, il Comune si costituirà parte civile nel processo a seguito dell'arresto dell'ex sindaco Bandini

LivornoToday è in caricamento