La questura accoglie i ragazzi del progetto "alternanza scuola-lavoro"

I giovani sono stati accompagnati in tutti gli uffici della questura dove hanno visto l'attività quotidiana delle forze dell'ordine

Si è rinnovato anche quest'anno il progetto "alternanza scuola-lavoro”, che ha visto coinvolti i ragazzi tra i 16 e e 18 anni del liceo scientifico Cecioni e la questura di Livorno. L'obiettivo del progetto è quello di dare ai ragazzi uno "sguardo approfondito” in alcuni contesti lavorati per i quali hanno espresso maggiore interesse. La questura di Livorno ha provveduto ad organizzare le visite dei 10 ragazzi nelle varie divisioni di cui si compone. Si tratta di due gruppi: il primo della 3 A scienze che ha partecipato dall'11 al 15 febbraio, e l'altro della 4 Asa dal 18 al 22 febbraio. Gli studenti, dopo un breve incontro all'ufficio di gabinetto, sono stati accompagnati nelle varie divisioni, tra cui l'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, l'ufficio immigrazione, la divisione anticrimine, il gabinetto di polizia scientifica, negli uffici della squadra mobile e negli uffici della digos. In ogni visita, i ragazzi sono stati accolti dagli operatori referenti, che professionalmente preparati, hanno fornito ai giovani dettagli sull'attività quotidiana che svolgono, rispondendo alle numerose domande.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Amato Angela, portavoce sostituto commissario coordinatore della questura di Livorno "È un'opportunità che già da qualche anno diamo ai ragazzi – commenta Angela Amato, portavoce sostituto commissario coordinatore della questura di Livorno - di conoscere da vicino tutta la complessità delle nostre attività svolte nei vari uffici, dalle volanti alla squadra mobile, dall'ufficio di gabinetto alla polizia scientifica. Di questo progetto fanno parte anche gli uffici delle specialità come il distaccamento porto e la polizia postale. I ragazzi si sono dimostrati diligenti e soprattutto interessati a tutto”. Il 14 febbraio i ragazzi sono stati dirottati all'interno del Truck "Una vita da social" presente in piazza Cavour che era a disposizione per chiarire e chiedere informazioni sul corretto utilizzo e funzionamento del web.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Fi-Pi-Li, livornese muore a 22 anni dopo lo schianto in moto

  • Effetto Venezia e dintorni 2020, il programma della manifestazione. Salvetti: "Felici di aver investito per la città"

  • Coronavirus Toscana, impennata di nuovi casi: 61 positivi ma nessun ricovero in più. Il bollettino di domenica 9 agosto

  • Miss Livorno 2020, Elisa Giuffrida si aggiudica la prima tappa: tutte le premiate

  • Calambrone, ritrovato il ragazzo scomparso nella mattinata di sabato 8 agosto

  • Cessione Livorno, Fernandez a Genova da Spinelli: 48 ore per chiudere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento