rotate-mobile
Cronaca

Scuola, nuovo protocollo. Ecco cosa cambia: "Classi in quarantena con tre positivi"

L'annuncio del sottosegretario della Salute, Andrea Costa. Tutte le novità per asili, scuole dell'infanzia, primarie e secondarie

Entro domani, mercoledì 3 novembre, entrerà in vigore il nuovo protocollo per la scuola messo a punto dai ministeri della Salute, dell'Istruzione, con l'Istituto superiore di sanità e le Regioni. Ad anticipare le novità è stato il sottosegretario della Salute, Andrea Costa, a '24 Mattina' su Radio 24: "L'obiettivo - le sue parole - è limitare al minimo la didattica a distanza. La quarantena per classe, a differenza di quanto avveniva prima, scatterà solamente dopo 3 casi di positività al Coronavirus". Dieci giorni fa il testo sembrava essere pronto ma il Garante della privacy aveva chiesto alcuni cambiamenti ed adesso si è arrivati ad un nuovo testo che sarebbe quello definitivo. 

Nuovo protocollo scuola, ecco quando scatterà la quarantena nella classi

Come riportato su Today.it, a disporre la quarantena non saranno più i dirigenti scolastici, ma direttamente le aziende sanitarie del territorio. Ecco quindi i vari casi nei quali si dovrà ricorrere alla Dad. 

Asili e scuole dell'infanzia

Per i servizi destinati alla fascia 0-6 anni, in caso di un positivo i bambini dovranno stare in quarantena per 10 giorni al termine dei quali dovranno eseguire un tampone. Educatori e altri operatori invece staranno in isolamento per un periodo da 7 (se vaccinati) a 10 giorni. Se sono loro stessi ad aver contratto il virus, i bambini stranno a casa per dieci giorni, gli educatori, se vaccinati o negativizzati nei sei mesi precedenti, dovranno sottoporsi a un tampone da ripetere dopo 5 giorni. 

Scuole primarie e secondarie

Appena viene segnalato un caso positivo in classe, i compagni dello studente (o del docente) che ha il Covid devono fare subito il "tampone 0" e rientrano subito in classe se il risultato è negativo. Dopo altri cinque fanno l’altro test. Cambia il discorso per i docenti che se sono vaccinati fanno il test e, se negativo, rimangono a scuola. Se invece non sono vaccinati vanno in quarantena per 10 giorni anche se il primo test è negativo e rientrano soltanto se il nuovo tampone è anch'esso negativo. 

Se invece in classe ci sono due casi positivi, conta se si è vaccinati. Gli alunni vaccinati o negativizzati negli ultimi 6 mesi proseguono la sorveglianza con i due test, a zero e cinque giorni, mentre quelli non vaccinati vanno in quarantena 10 giorni anche se negativi al primo tampone. Stessa cosa per i docenti. Se ci sono tre casi positivi in classe si torna in Dad quindi sia gli alunni che i docenti, dopo aver fatto il primo tampone, anche se negativo, vanno in quarantena. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, nuovo protocollo. Ecco cosa cambia: "Classi in quarantena con tre positivi"

LivornoToday è in caricamento