menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volontari ripuliscono la Terrazza Mascagni, tra i rifiuti tantissime mascherine

L'iniziativa promossa dai volontari dei "Pirati della plastica" ha visto coinvolte una ventina di persone

I "Pirati della plastica", dopo lo stop imposto dal Coronavirus, sono tornati in azione con le loro consuete pulizie lungo la costa livornese. Oggi, mercoledì 27 maggio, si sono dati appuntamento davanti al gazebo della Terrazza Mascagni e, per prima cosa, si sono dedicati alle numerose a ripulire le numerose aree verdi presenti. Dopo sono scesi in acqua per rimuovere da quel tratto di mare numerosi rifiuti tra cui bottiglie, mozziconi di sigarette e tante, tantissime mascherine.

I rifiuti alla Terrazza Mascagni-2

I dispositivi, come sottolineato anche dal Comune, andrebbero gettate nell'indifferenziato della propria spazzatura e non dove capita visto che possono diventare un veicolo per la diffusione del Coronavirus. Lo stesso dicasi per bottigliette di plastica, di vetro e le lattine: se i cestini sono pieni sarebbe il caso di evitare di lasciare tutto in terra aspettando la pulizia degli addetti di Avr ma, se proprio portare tutto a casa risulta così difficile, cercare un contenitore vuoto. 

"Abbiamo trovato moltissima plastica - commenta Simone Guerrieri, fondatore dei Pirati della plastica -: bottiglie, tappini, cannucce, buste, mascherine e anche dei resti di contenitori di cibo lasciati a terra e gettati in acqua. Questa è tutta l'inciviltà dei livornesi che prima si divertono e poi lasciano i loro rifiuti a terra o in acqua, ci vuole maggiore senso civico da parte di tutti. Sicuramente, ora che il lockdown è finito, faremo altre pulizie come questa". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021 | Effetto Venezia, Straborgo, Caprilli, gare remiere, Mascagni Festival: il calendario degli eventi in programma a Livorno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento