rotate-mobile
Cronaca

Quattro ristoranti a Livorno, striscioni contro chef Borghese: "Non sei il benvenuto, il lavoro si paga sempre"

In Venezia, nel giorno dell'inizio delle riprese del noto programma tv, sono apparse alcune scritte rivendicate dal sindacato Usb dopo le discusse affermazioni del cuoco in merito ai giovani e alla gavetta

"A Livorno non sei il benvenuto". L'imminente arrivo di chef Alessandro Borghese a Livorno, per le riprese del programma televisivo Quattro ristoranti, non è evidentemente ben visto da tutti. Se molti, infatti, ritengono la presenza delle troupe un modo per pubblicizzare e lanciare un messaggio positivo riguardante sia la città che la sua capacità d'accoglienza, per altri sono rimaste impresse le affermazioni che lo stesso chef Borghese alcune settimane fa rilasciò durante un'intervista al Corriere della Sera, dove parlava dei giovani e della gavetta. "Oggi - disse - i ragazzi preferiscono tenersi stretto il weekend con gli amici, e quando decidono di provarci lo fanno con l'arroganza di chi si sente arrivato e la pretesa di ricevere compensi importanti da subito". Le critiche si abbatterono sui social, e in difesa del figlio intervenne anche la madre Barbara Bouchet.

Chef Borghese è a Livorno: "Sarà una puntata pazzesca". VIDEO

Cartelli 'cercasi schiavo' in città, la rivendicazione di Usb: "Stop al lavoro nero, il Comune non chiuda gli occhi"

La denuncia di Usb: "Il lavoro si paga, sempre. Quello gratuito si chiama sfruttamento"

Gli striscioni, apparsi in via della Venezia, scali del Refugio e scali della Fortezza Nuova, recitano così: "#Cercasischiavo #maipiùsfruttamento Chef Borghese: il lavoro si paga sempre!! A Livorno non sei il benvenuto". Scritte ad opera dunque del sindacato Usb Livorno, che non più tardi di alcuni giorni fa aveva affisso - sempre in Venezia - alcuni manifesti che facevano proprio riferimento all'adesione alla campagna nazionale 'cercasi schiavo', rivendicando diritti e compensi per i lavoratori stagionali. Anche in città.

borghese2-2,

"Da questa mattina - hanno poi scritto in un post -, nel quartiere livornese della Venezia, si aggira una troupe di sky al seguito del famoso chef Borghese. Una visita in città per girare alcune riprese all'interno di Quattro ristoranti. Lo stesso chef Borghese che qualche mese fa esordì con alcune frasi in difesa di quei ristoratori che decidono di non pagare i propri dipendenti in quanto 'devono imparare' un mestiere. Vorremmo ricordare a Borghese - hanno concluso - che il lavoro gratuito (e nel nostro paese esiste in diversi settori) si chiama sfruttamento. Il lavoro si paga, sempre...". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro ristoranti a Livorno, striscioni contro chef Borghese: "Non sei il benvenuto, il lavoro si paga sempre"

LivornoToday è in caricamento