Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Aggressioni e rapine in centro a Pisa, arrestati due minorenni livornesi

Lo scorso 15 giugno i due avevano accoltellato un giovane, mentre a fine agosto picchiarono un 21enne dopo avergli rubato lo smartphone. Adesso si trovano in carcere in attesa dell'interrogatorio di garanzia

Due 17enni di Livorno sono stati arrestati e condotti in carcere nella giornata di ieri, venerdì 1 ottobre, in attesa dell'interrogatorio di garanzia. I giovani, secondo quanto emerso dalle indagini della squadra Mobile di Pisa, sono accusati di tentata rapina aggravata, lesioni aggravate, rapina consumata e lesioni. L'indagine, come riporta anche PisaToday, ha preso il via dal grave ferimento di un 17enne avvenuto proprio a Pisa lo scorso 15 giugno in via Turati, mentre rientrava da alcune compere.

Accoltellarono un coetaneo in via Turati, incastrati dai video delle telecamere della zona e dalle dichiarazioni della vittima

Il giovane venne infatti fermato dai due coetanei che tentarono di rapinarlo e, alla sua reazione, gli sferrarono un fendente all'addome, ferendolo seriamente. Dalle analisi delle telecamere e grazie alla descrizione della vittima venne circoscritta la scena del crimine ed è stato così possibile individuare la presenza di due ragazzi che si allontanavano poco dopo il fatto in direzione della stazione. Proprio i due vennero identificati e perquisiti, e trovati in possesso di un coltello. I 17enni sono ripresi dalle telecamere mentre ripongono dentro ad un marsupio un oggetto simile proprio a un coltello e sembrerebbero mimare un gesto analogo all'accoltellamento.  In questo contesto sono state decisive le dichiarazioni rese dalla vittima del tentativo di rapina che, alla visione del fascicolo fotografico fornito dagli investigatori, ha riconosciuto i due autori dell'aggressione. Dalle indagini è emerso che i due responsabili erano membri di una baby-gang livornese, frequentatrice del territorio pisano.

Rubarono lo smartphone a un 21enne e poi lo picchiarono

E dai social gli inquirenti hanno ricostruito anche un secondo episodio delittuoso, avvenuto la notte del 28 agosto in piazza Garibaldi. In quella circostanza la vittima fu un 21enne che riferì di essere stato rapinato del cellulare da due soggetti. Il giovane si ribellò e venne picchiato. Ad incastrare i due autori, anche stavolta, l'analisi delle telecamere e le dichiarazioni rese dalla vittima e da altri testimoni, oltre ad una maglietta di un club sportivo col nome di un calciatore noto indossata da uno dei due al momento della rapina. Considerati gli elementi gravemente indiziari e il pericolo di reiterazione del reato il gip presso il Tribunale dei minorenni di Firenze ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressioni e rapine in centro a Pisa, arrestati due minorenni livornesi

LivornoToday è in caricamento