rotate-mobile
Cronaca

Porta a porta, Aamps toglierà il limite dei 50 anni dal bando per le assunzioni a tempo determinato

Incontro tra i vertici dell'azienda e gli assessori Simoncini e Cepparello: nelle prossime 48 ore il parere legale sulla possibilità o meno di assumere anche gli ex dipendenti

Un bando discriminatorio nei confronti delle persone che, più delle altre, hanno difficoltà a ricollocarsi nel mondo del lavoro. Ecco perché quello pubblicato da Aamps per l'assunzione di personale a tempo determinato da utilizzare nel porta a porta andava rivisto: perché dalle possibili assunzioni erano stati inizialmente esclusi gli over 50 e, contemporaneamente, quei lavoratori che fossero già stati alle dipendenze dell'azienda. Ebbene, l'incontro richiesto con i vertici aziendali da Gianfranco Simoncini e Giovanna Cepparello, rispettivamente assessore al Lavoro e all'Ambiente del comune di Livorno, ha risolto almeno una delle questioni poste: il bando sarà rivisto eliminando il discrimine dell'età, mentre la possibilità di assumere anche gli ex dipendenti sarà affidata a un parere legale che l'amministrazione valuterà nelle prossime 48 ore. Prorogata, infine, la scadenza oltre il termine del 7 luglio: in pratica, una volta rivisti requisiti di accesso, sarà possibile fare domanda per un'altra decina di giorni rispetto alla prevista scadenza.

Simoncini e Cepparello: "Discriminatorio escludere una parte dei cittadini"

"Riteniamo inaccettabile e discriminatoria la scelta di escludere una parte di cittadini - hanno dichiarato gli assessori Simoncini e Cepparello -, soprattutto in relazione alle caratteristiche del mercato del lavoro nella nostra città e nel nostro Paese, che manifesta problemi di ricollocazione degli over 50. Abbiamo chiesto ai vertici di Aamps la modifica del bando, in modo che preveda l'assunzione anche degli over 50 e di ex lavoratori dell'azienda stessa, oltre alla proroga del termine del 7 luglio, per la presentazione delle domande di partecipazione al bando".

La riunione si è dunque conclusa con l'impegno da parte del direttore generale Aamps, Paola Petrone, di modificare il bando nella parte che riguarda gli over 50 togliendo, e di chiedere un parere legale circa il vincolo di non aver già lavorato in Aamps; limitazione che, stando a quanto dichiarato dall'azienda che gestisce i rifiuti, sarebbe stata adottata relativamente al decreto dignità e al rischio che tali assunzioni possano determinare contenziosi in futuro per l'azienda. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta a porta, Aamps toglierà il limite dei 50 anni dal bando per le assunzioni a tempo determinato

LivornoToday è in caricamento