Avr, USB denuncia altre inadempienze con i lavoratori: "Comune ed Aamps chiudano il contratto"

Ai dipendenti non sarebbe stata versata la quota del fondo Unisalute. L'unione sindacale di base: "Adesso basta, è arrivato il momento di reinternalizzare il servizio e i lavoratori"

"Crediamo che sia ormai giunto il momento, per il Comune di Livorno e per Aamps, di chiudere una volta per tutte il contratto con AVR". Ad alzare la voce contro l'azienda che si occupa di igiene ambientale, servizio in appalto dalla società che gestisce l'intero sistema di smaltmento rifiuti e pulizia stradale (Aamps), è ancora una volta l'unione sindacale di base USB: "Stiamo parlando di un servizio pubblico che viene svolto da un'azienda che si appropria sistematicamente di denaro appartenente ai lavoratori e alle lavoratrici - si legge nel comunicato USB -. Bisogna immediatamente mettere in campo un piano di reinternalizzazione del servizio e dei lavoratori secondo le modalità già sperimentate per i lavoratori dei servizi cimiteriali. Modalità che hanno consentito l'assunzione degli stessi come dipendenti Aamps a tempo indeterminato".

Avr, creato conto ad hoc per i lavoratori: "Mai più stipendi in ritardo"

USB: "Lavoratori costretti a pagare prestazioni gratuite per inadempienze di AVR"

Non sono finite, quindi, le vicissitudini legate alla presunte inadempienze di AVR già più volte denunciate dalle organizzazioni sindacali. Oltre ai fondi pensione e alle cessioni del quinto, l'azienda avrebbe smesso di versare anche le quote al fondo Unisalute, fanno sapere da USB, costringendo i lavoratori a pagare prestazioni che dovrebbero essere gratuite. Anche in questo caso, come già avvenuto in passato, i vertici aziendali non avrebbero effettuato alcuna comunicazione ai dipendenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte ragioni che, qualche nei giorni scorsi, avevano portato alla proclamazione di uno sciopero per denunciare i mancati pagamenti da a parte di AVR. "Grazie alle pressioni del sindacato - concludono da USB - il Comune aveva organizzato un primo incontro con i vertici aziendali e l'assessore Simoncini aveva intimato AVR di presentare entro una settimana un piano di rientro in merito agli istituti non versati. Notizia di questi giorni è invece che AVR ha smesso di versare anche le quote relative alle coperture sanitarie". Una situazione che, al momento, non sarebbe dunque ancora stata chiarita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi rissa in via del Pelaghi, calci e pugni fuori da un locale con lanci di bottiglie e bidoni della spazzatura

  • Coronavirus: un contagio a Livorno, altri 8 nuovi positivi in Toscana. Il bollettino di domenica 2 agosto

  • Previsioni meteo, in arrivo vento, pioggia e temporali: lunedì 3 agosto codice giallo in Toscana

  • Varco Galvani, si gettano in mare dalla nave: recuperate quattro persone

  • Via dei Pensieri, trovato a terra privo di sensi dopo una caduta dal motorino: gravissimo 35enne

  • Via dell'Artigianato, investita mentre attraversa sulle strisce: grave 83enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento