rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Rio Marina

Isola d'Elba: recuperate in fondo al mare più di 5 tonnellate di rifiuti tra pneumatici, reti da pesca e batterie

L'attività ambientale è stata coordinata dalla guardia costiera di Portoferraio, monitorato dai sub circa 1 chilometro quadrato inclusa la zona esterna del porto

Reti da pesca, pneumatici, barriere new jersey, rifiuti elettronici e perfino un estintore e un carrello in ferro della lunghezza di oltre 5 metri. C'era di tutto in fondo al mare nel chilometro quadrato nelle acque di Rio Marina passato al setaccio dai sub del nucleo subacqueo di Genova, nell'ambito di un'operazione coordinata dalla capitaneria di porto di Portoferraio. Un'intensa attività di bonifica ambientale che fa seguito a quella già attuata dai militari nell'ottobre del 2021, e che ha riguardato anche la zona esterna del porto di Rio Marina, portata a termine al fine di scongiurare presenza di rifiuti che avrebbero potuto costituire pericolo per la navigazione.

WhatsApp Image 2022-04-11 at 17.15.39-2

E così sono stati recuperati due chilometri di reti da pesca, cinque tonnellate di pneumatici di varie dimensioni, un respingente in gomma del peso di 300 chili, quattro new jersey in calcestruzzo, un estintore, un carrello in ferro della lunghezza di oltre 5 metri e batterie al piombo per imbarcazioni. Nei prossimi giorni tutto il materiale verrà smaltito. I rifiuti sono stati estratti grazie alla collaborazione di una ditta operante nel porto di Rio Marina che ha fornito mezzi nautici e una gru meccanica. All'opera anche un centro diving, con sede a Cavo, che ha offerto la propria assistenza attraverso una stazione di ricarica in dotazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isola d'Elba: recuperate in fondo al mare più di 5 tonnellate di rifiuti tra pneumatici, reti da pesca e batterie

LivornoToday è in caricamento