Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Piombino

Rigassificatore a Piombino, il sindaco Ferrari: "La partita è ancora aperta, la passerella di Giani non cambia la realtà"

Nella giornata di domenica scorsa, 19 marzo, la nave Golar Tundra è arrivata in porto. Il mezzo di Snam sarà operativo dal mese di maggio

La nave rigassificatrice Golar Tundra è arrivata nella tarda serata di domenica scorsa, 19 marzo, al porto di Piombino. Dopo più di venti giorni di navigazione ha raggiunto quella destinazione che nei mesi scorsi è stata al centro di molte polemiche. Resterà a quella banchina per almeno tre anni e sarà operativa da maggio. Ad accogliere la Golar Tundra il governatore Eugenio Giani, che ha spiegato come l'utilizzo del rigassificatore di Piombino consentirà di essere più autosufficienti dalla Russia in quanto ad approvvigionamento di gas, e porterà anche ad un alleggerimento delle bollette dell'energia per quanto riguarda cittadini e imprese. 

Dopo ore di attesa ha parlato il sindaco di Piombino, Francesco Ferrari, che ha spiegato come "la partita non sia ancora chiusa", e che "le passerelle di Giani non cambiano la realtà". "Le immagini della Golar Tundra che entra nel nostro porto - ha aggiunto Ferrari - sono state senza dubbio d'impatto e capisco chi, guardandole, si è sentito scoraggiato e ha pensato che la vicenda ormai sia conclusa, che l'arrivo della nave abbia messo la parola fine alle speranze di rilancio di Piombino. Mi rivolgo in particolare ai miei concittadini nel ricordare a tutti che la questione è tutt'altro che risolta - ha proseguito il sindaco - : c'è ancora un ricorso pendente al Tar e, checché ne dica il presidente della Regione Giani, se il tribunale deciderà di accoglierlo, la Golar Tundra dovrà disormeggiare e andarsene dalla nostra città. La giustizia amministrativa non è uno scherzo e credo fermamente che il Tar prenda il suo compito molto seriamente".

Ferrari: "Ancora non sono stati chiariti i dubbi sulla sicurezza, la partita è ancora sul tavolo"

Per Ferrari oltretutto il fatto che Giani dica che "a prescindere dalla risposta del tribunale, essendo la nave in funzione quando arriverà la sentenza, continuerà ad operare, non è solamente falso ma anche offensivo nei confronti della città". Il sindaco di Piombino ha evidenziato che i tanti dubbi che il Comune ha sollevato in merito alla sicurezza "non sono stati chiariti, l'Aia non è ancora stata concessa, nonostante i "tutto apposto" di Giani, e manca ancora il parere definitivo del Comitato tecnico regionale".

"Tutte circostanze - ha dunque concluso Ferrari - che fanno sì che quella nave non possa entrare in funzione. Giani ha dichiarato di essere soddisfatto della collaborazione con Snam e celebra l'ormeggio della nave a Piombino come un importante risultato. Forse il presidente ha preso questa collaborazione fin troppo seriamente visto che, giusto pochi giorni fa, ha firmato la terza proroga a Snam che, con la nave in porto, ancora non ha presentato il progetto per l'impianto offshore che dovrà essere pronto dopo i tre anni a Piombino. La partita è ancora sul tavolo - ha concluso - e la passerella del commissario di questi giorni non è certamente servita a rassicurare i cittadini".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigassificatore a Piombino, il sindaco Ferrari: "La partita è ancora aperta, la passerella di Giani non cambia la realtà"
LivornoToday è in caricamento