rotate-mobile
Cronaca

Accoltellato dopo una rissa in piazza Garibaldi, otto denunciati dai carabinieri

I militari dell'Arma sono riusciti a ricostruire quanto accaduto grazie alle telecamere della zona e alle testimonianze del presenti al momento dell'accaduto

Lesioni aggravate, rissa e porto di armi od oggetti atti ad offendere. Queste le accuse dalle quali si dovranno difendere otto persone che sono state denunciate dai carabinieri dopo una rissa in piazza Garibaldi, avvenuta il 12 aprile, durante la quale un uomo fu gravemente ferito con una coltellata. Quel giorno i militari dell'Arma vennero chiamati, intorno alle 17, a causa di una rissa ma al loro arrivo trovarono  solamente un uomo con una vistosa ferita a una gamba, in compagnia di due conoscenti.

Le indagini partirono immediatamente sia acquisendo le immagini delle telecamere di sicurezza della zona che ascoltando i numerosi presenti. Gli accertamenti sono tuttora in corso ma dagli elementi acquisiti sembrerebbe evidente che in piazza Garibaldi quel pomeriggio si sarebbero affrontati due gruppi: da un lato ben 7 persone, dall'altro 3, tra le quali la vittima dell'accoltellamento.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, a far scatenare il tutto sarebbe stata una prima lite verbale, che sarebbe partita dalla vicina piazza dei Mille. Il 24enne di origine nordafricana, che verrà successivamente accoltellato, avrebbe avuto dapprima un diverbio con altre due persone e poi si sarebbe diretto verso via della Pina d'Oro, dove ha acquistato un coltello. Lo stesso si sarebbe scagliato contro uno dei contendenti della precedente lite verbale e a quel punto ne è nato un violento tafferuglio che si è spostato rapidamente in piazza Garibaldi. Durante i momenti concitati il 24enne avrebbe perso il coltello venendo raggiunto, poco dopo, da un fendente alla gamba. Gli autori sarebbero due uomini mentre il giovane ha riportato una prognosi di ben 30 giorni, che aggrava ulteriormente il quadro delittuoso emerso dalla rissa.

"Grazie al nostro impegno investigativo - sottolineano i carabinieri - siamo riusciti a dare un rapido esito a quanto accaduto, in una delle zone sensibili della città. La capacità di ricerca di tutte le fasi dell'evento, il transito da una via all'altra, l'acquisto e l'utilizzo dell'arma del delitto, peraltro prontamente sequestrata, sono elementi che gli investigatori hanno messo nella giusta correlazione, con la difficoltà e l'abilità di porre in stretta correlazione dichiarazioni, immagini e video, al fine di addivenire a una non facile, ma certa identificazione dei partecipanti di una rissa". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellato dopo una rissa in piazza Garibaldi, otto denunciati dai carabinieri

LivornoToday è in caricamento