rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cronaca

"Gravi carenze igienico sanitarie", la guardia costiera chiude un ristorante nel centro di Livorno

Nel corso del controllo, i militari avrebbero riscontrato diversi illeciti. Stessa sorte è toccata per un locale di Prato mentre a Firenze sono stati sequestrati 700 kg di prodotti ittici non correttamente conservati

La guardia costiera, congiuntamente con le Asl di Livorno, Prato e Arezzo, ha eseguito una serie di attività ispettive in ristoranti e pescherie gestite da cittadini stranieri. Al termine degli accertamenti un locale nel centro di Livorno, del quale non è stato fornito il nome, è stato chiuso per "gravi carenze igienico sanitarie riscontrate". L'attività, spiegano i militari, è stata svolta nell'ottica della consolidata sinergia tra i due organismi deputati al controllo, nell'ambito delle rispettive competenze istituzionali che vedono il personale della guardia costiera impegnato nel tutelare le risorse ittiche e le informazioni rese al consumatore e il personale delle asl negli aspetti di tutela della salute pubblica. 

Il pesce sequestrato

Nel corso degli accertamenti sono state riscontrate diverse tipologie di illecito. Tra le più gravi la mancata esibizione della documentazione di tracciabilità e la violazione dei requisiti generali igienico-sanitari. Durante le verifiche, che hanno riguardato il controllo dei documenti di accompagnamento dei prodotti ittici, risultati carenti o in qualche caso completamente assenti, gli ispettori hanno deciso di passare al setaccio le celle-frigorifero, dove hanno rinvenuto  prodotti privi di tracciabilità e di dubbia provenienza.

Oltre al ristorante di Livorno, ne è stato chiuso un altro in provincia di Prato mentre in un magazzino in provincia di Firenze sono stati sequestrati 700 kg di prodotti ittici non correttamente conservati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gravi carenze igienico sanitarie", la guardia costiera chiude un ristorante nel centro di Livorno

LivornoToday è in caricamento