Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Il mondo della pallavolo piange Roberto Lavorenti: "Se ne va un pezzo della nostra vita. Addio maestro, grazie di tutto"

Tantissime le testimonianze di affetto nei confronti dell'allenatore scomparso a 58 anni per le complicanze da coronavirus. I funerali oggi, mercoledì 28 aprile, al Sacro Cuore

"Addio Maestro". "Un esempio di passione e competenza che rimarrà presente". E ancora: "Grazie per aver creduto in me". "Se ne va uno di noi, un pezzo della nostra vita: ciao amico ". Dalle società che gli avevano affidato la guida tecnica della squadra, ai giocatori e alle giocatrici che Roberto Lavorenti aveva allenato nei tanti anni di carriera, fino ai rappresentanti delle istituzioni sportive e non solo, sono tantissimi i messaggi di cordoglio per la scomparsa del "guru" della pallavolo livornese, scomparso martedì 27 aprile dopo una lunga battaglia contro il coronavirus.

Una persona stimata come uomo prima ancora che come allenatore, un professionista esemplare che non aveva mai perso di vista le priorità della vita. Anche per questo aveva lasciato, lo scorso novembre, la panchina del Volley Cecina femminile, una prudenza in più, da asmatico quale era, per ridurre rischi di contrarre il Covid e proteggere lui e la sua famiglia. Destino infame, invece, ha voluto che il coronavirus si prendesse Roberto Lavorenti e adesso, dopo averlo incoraggiato nella battaglia, sperando di vederlo tornare su quei campi da pallavolo che sono stati la sua seconda casa, sono in moltissimi a piangere l'amico e maestro. Gli stessi che, se non in presenza perché impossibilitati, parteciperanno con dolore ai funerali, oggi alle 15.30, alla chiesa del Sacro Cuore. 

Addio a Roberto Lavorenti, i ricordi: "Abbiamo perso un amico prima che un allenatore"

Tra le prime società a rendere omaggio l'allenatore, il Volley Livorno che grazie a Lavorenti raggiunse la serie B: "Addio al guru e a una figura storica della nostra pallavolo". Dello stesso tenore anche il Volley Cecina femminile, ultima squadra allenata e lasciata a novembre 2020 per motivi legati alla pandemia da Coronavirus: "Portatore di professionalità, siamo sconvolti". Impossibile per il Tomei trovare le giuste parole per descrivere "l'uomo" che ha reso grande la squadra livornese: "Siamo senza parole, se ne va uno di noi che ha fatto la nostra storia: ciao amico". 

Toccante anche il ricordo della Fipav Toscana: "Roberto è stato un esempio di passione e competenza che rimarrà presente in tutti coloro che lo hanno incontrato durante la sua lunga carriera. La Federvolley tutta, attraverso il presidente regionale Giammarco Modi ed il consigliere federale Elio Sità esprimono sentito cordoglio e vicinanza alla famiglia e a tutto il movimento pallavolistico della costa livornese". "Tutti coloro che lo hanno conosciuto - scrivono invece dal Comitato Territoriale FIPAV Basso Tirreno - lo ricordano con affetto sottolineandone le doti tecniche e, cosa ancor più importante, le qualità umane".

Ricordo Lavorenti  

Tra i vari ringraziamenti non potevano mancare quelli dei suoi ex giocatori: "Grazie per aver creduto in me" il messaggio di Virginia. Parole a cui fanno eco quelle di Nico: "Sei la persona migliore che abbia mai conosciuto" e di Riccardo: "Sei stato tante cose per me, allenatore, amico, confidente, insegnante, mi hai sempre voluto bene e io ne ho voluto a te"

Immagine-41-3

Giannone: "Una carriera ricca di enormi successi"

"Una perdita pesante, viene a mancare un personaggio che nella sua carriera ha conquistato enormi successi". Così Gianni Giannone, delegato provinciale del Coni, commenta la scomparsa di Roberto Lavorenti. "Ovunque è andato ad allenare ha fatto bene - ha aggiunto -. Si è dedicato allo sport a 360 gradi e ha compiuto un percorso pieno di grandi risultati. Un uomo competente, appassionato, la cui morte rappresenta una perdita grossa per il mondo della pallavolo"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mondo della pallavolo piange Roberto Lavorenti: "Se ne va un pezzo della nostra vita. Addio maestro, grazie di tutto"

LivornoToday è in caricamento