Venezia in lutto: è morto Rossano Lorenzini, figura storica della sezione nautica e del mondo portuale

Figlio di Dino, istituzione delle gare remiere al quale è dedicata la coppa che precede la Barontini, aveva 77 anni. Il ricordo delle sezioni nautiche e degli amici del quartiere

Da giorni era ricoverato in ospedale e, in seguito all'aggravarsi del quadro clinico, è morto nella mattina di lunedì 13 aprile, all'età di 77 anni, Rossano Lorenzini, storica figura della sezione nautica Venezia e del mondo imprenditoriale livornese nel settore portuale. Una notizia che ha gettato nello sconforto l'intero quartiere, il modo remiero e la città di Livorno tutta, dove Rossano, figlio del mitico Dino detto "Cammello" e di Liliana Pedani, era conosciutissimo e stimato. Un legame unico tra la famiglia Lorenzini e la cantina del Venezia, come quello che c'è tra una madre un figlio: dirigente appassionato, capace di portare avanti, insieme ai fratelli Angiolo "Nino" ed Enio, la tradizione del remo e l'amore per il gozzo del "cavallino", a piangerlo sono gli amici di sempre che lo ricordano come un uomo buono, disponibile, con una parola di conforto per tutti.

lorenzini-2Sezione nautica Venezia: "Perso uno di noi, era il faro della cantina"

"In questo lunedì di Pasquetta dobbiamo comunicarvi una triste notizia - il commento sulla pagina Facebook della sezione nautica Venezia -, ci uniamo al lutto della famiglia Lorenzini per la scomparsa di Rossano. Il Venezia ha perso non uno di noi, ha perso una parte vitale del nostro essere Venezia. Rossano per molti anni è stato un faro della cantina e se il Venezia è quello che è oggi, gran parte del merito lo dobbiamo a lui. Grazie. Le parole a volte non riescono a rappresentare compiutamente, il dolore e l'amore che ci legava. Diciamo solo che, in questo momento, siamo distrutti dal dolore.  Ciao Rossano, non verrai mai dimenticato da tutti noi".

Fanelli: "Era come un fratello"

"Per me era come un fratello - le parole di Emiliano Fanelli, storico dirigente del Venezia e attuale presidente -, era una persona disponibile e c'era sempre per qualsiasi cosa. La vita mi sono accordo toglie più di quello che dà. Buon viaggio fratello mio, la mia vita senza di te sarà molto vuota. Sono certo che questo sarà comune a tantissime persone. Sfido chiunque a trovare una persona che possa parlare male di Rossano, perché lui aiutava tutti. Sarà pesantissimo non vederti e abbracciarti più". 

Chelli: "Veneziano nel dna, sempre pronto e disponibile"

"Un altro dolore in questa mia lunga vita - scrive l'amico Otello Chelli -, un dolore che mi stringe il pianto alla gola, perché Rossano è sempre stato un fratello per me, come lo sono tutti i suoi. Con Rossano è sempre stata amicizia di fratelli, un Rossano esuberante, aperto e generoso, allegro e buono come il pane, sempre pronto ad aiutare. Veneziano nel dna, è sempre stato, come del resto i suoi fratelli Enio e Nino, una colonna della cantina rossobianca, come dirigente, presidente e sostenitore onnipresente. Tutti si rivolgevano a lui e lui era sempre pronto ad offrire la sua disponibilità. Noi veneziani siamo come una tribù e ci portiamo dentro quel sentimento di appartenenza che mai ci abbandona e che non ci ha divisi nemmeno dopo la distruzione delle nostre case e quella che ho sempre chiamato la diaspora provocata dalla guerra. Ad andarsene con Rossano è un'altra delle pietre miliari della mia vita e il mio affetto e il mio dolore vanno a sua moglie, ai suoi fratelli, ai suoi figli e nipoti, ai suoi affezionati parenti e alla nostra grande famiglia, la Venezia" 

Comitato Coppa Barontini: "Amico, compagno sempre vicino a noi e al nostro mondo"

"Se ne è andato Rossano, amico, compagno sempre vicino a noi e al nostro mondo - il ricordo della Coppa Barontini -. Un pensiero commosso ad Enio, Nino, Dino, Francesco, Davide e Claudia. A una famiglia da sempre unita nel cuore della nostra comunità. Vogliamo ricordarti così col tuo sorriso bello e disponibile e con la tua inarrestabile disponibilità alla vita. Ciao Rossano, un pezzo della nostra vita ".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio ghiaccio e temperature sotto zero: a Livorno è allerta meteo per martedì 12 gennaio

  • Coronavirus, l'annuncio di Giani: "La Toscana resta in zona gialla". Novità sugli spostamenti tra regioni, musei e asporto

  • Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Gli aggiornamenti della sessione invernale

  • Coronavirus: 79 positivi tra Livorno e provincia, 379 in Toscana. Il bollettino di lunedì 11 gennaio

  • Allerta meteo a Livorno, codice giallo per rischio neve e ghiaccio nella notte tra sabato e domenica 17 gennaio

  • Livorno in crisi, Dal Canto si sfoga: "L'unico obiettivo è evitare l'ultimo posto. Mercato? Non viene niente"

Torna su
LivornoToday è in caricamento