Salviano, una discarica al posto della bretella: dalla vegetazione spuntano materassi e rottami

In attesa che siano conclusi i lavori per la strada che collegherà via Impastato a via del Pelaghi, la zona è infestata dai rifiuti lasciati da numerosi incivili

Alcuni materassi, resti di mobili, sacchi della spazzatura, vecchie transenne e un'impalcatura. Ecco come si presenta ad oggi (le foto sono di martedì 3 marzo, ndr) la zona tra via dei Pelaghi e via Peppino Impastato, laddove da una vita si attende il completamento della bretella che dovrebbe risolvere le problematiche legate alla viabilità di un intero quartiere. In attesa che i lavori siano ultimati - entro la fine dell'anno, secondo le previsioni dell'amministrazione comunale -, la zona è diventata una vera e propria discarica a cielo aperto dove molti cittadini, anche se sarebbe più giusto chiamarli invicili, che hanno iniziare a gettare nella vegetazione qualsiasi tipo di rifiuto.

Si va dalla semplice bomboletta del deodorante, ai lettini da mare e oggetti di metallo. Il tutto quando a pochi passi c'è un cestino, l'unico nel raggio di centinaia di metri, che invita a tenere pulita la città. Una presenza che fa perfino sorridere, mentre tra i rifiuti spicca anche una vecchissima impalcatura con un cartellone della Cooper Livorno che sponsorizzava la costruzione, mai realizzata, di ben 24 appartamenti e 5 villette. Un ammasso di ferraglia, ormai, che ben si sposa con il degrado circostante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa fino al 4 dicembre, Giani: "Ancora un po' di pazienza, poi fino a Natale in zona arancione o gialla"

Torna su
LivornoToday è in caricamento