rotate-mobile
Cronaca

Sanità, trasporti e scuole, maxi sciopero venerdì 17 novembre: i servizi garantiti

Disagi per chi dovrà mettersi in viaggio mentre sono a rischio le lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado

Trasporti, pubblico impiego, sanità e scuola. Sarà un maxi sciopero quello di domani, venerdì 17 novembre, indetto da numerose sigle sindacali, locali e nazionali, tra cui Unione Sindacale di Base (Usb), Cgil Fp, Uil Pa, Uil Fpl, Filt Cgil, Fit Cisl, Uil trasporti. Sono previsti disagi per chi dovrà mettersi in viaggio in treno o anche semplicemente prendere un autobus o un taxi. A rischio le lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado mentre sono certi gli stop ai servizi nella sanità, salvo le urgenze. Ecco nel dettaglio tutti i servizi che saranno garantiti. 

Sciopero nazionale venerdì 17 novembre, disagi in tutti i settori

Pubblico impiego
A palazzo civico non sarà garantita la regolare erogazione dei servizi comunali al pubblico, tranne quelli minimi essenziali.

Asa
I servizi di sportello e call center 800.01.03.03 potrebbero non essere garantiti. Tale comunicazione riguarda l'intero territorio in cui Asa gestisce il servizio idrico integrato (zona Livornese, Bassa Val di Cecina, Alta Val di Cecina, Val di Cornia e Isola d'Elba). Saranno comunque garantite tutte le attività di pronto intervento in servizio di reperibilità e i servizi commerciali online resteranno attivi.

Trasporto pubblico
I bus di Autolinee Toscane potrebbero subire ritardi o cancellazioni di corse nel servizio urbano ed extraurbano di Firenze, Prato, Pistoia, Lucca, Massa, Pisa e Livorno. Il servizio sarà garantito in due fasce orarie: tra le 4.15 e le 8.14 e tra le 12.30 e le 14.29. Questo sciopero coinvolgerà sia il personale viaggiante che gli impiegati, compresi quelli delle biglietterie. La regolarità del servizio dei bus fuori dalle fasce di garanzia, nonché la presenza di personale alle biglietterie, dipenderà dalle adesioni allo sciopero.  Lo sciopero generale e nazionale, di 24 ore, è stato indetto per chiedere aumento salariale, estensione dei diritti, contrasto alla legge di bilancio, sostegno di altra politica sociale ed economica. 

Sanità
L'Asl si scusa anticipatamente con i propri utenti per eventuali disagi nell’erogazione dei servizi sanitari (esami, ambulatori) e amministrativi (prenotazione esami, accettazione) anche affidati a ditte esterne che si dovessero manifestare a livello sia territoriale che ospedaliero. Come previsto dalla normativa vigente, saranno comunque garantiti tutti i servizi minimi essenziali previsti per il settore della sanità e, per quanto riguarda le attività connesse all’assistenza diretta ai degenti, sarà data priorità alle emergenze e alla cura dei malati più gravi e non dimissibili. I 'servizi minimi essenziali' comprendono:

  • il pronto soccorso e servizi afferenti legati a problematiche non-differibili della salute dei cittadini ricoverati (turni dei reparti) e non; 
  • servizi di assistenza domiciliare;
  • attività di prevenzione urgente; 
  • vigilanza veterinaria;
  • attività di protezione civile;
  • attività connesse funzionalità centrali termoidrauliche e impianti tecnologici.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, trasporti e scuole, maxi sciopero venerdì 17 novembre: i servizi garantiti

LivornoToday è in caricamento