rotate-mobile
Cronaca

Sciopero generale dei servizi pubblici per mercoledì 30 giugno, Aamps: "Non esponete i rifiuti"

L'iniziativa è sostenuta con forza da Fp-Cgil, Filctem-Cgil, Flaei-Cisl, Fit-Cisl, Femca-Cisl, Uiltrasporti, Uiltec e Fiadel

Mercoledì 30 giugno i lavoratori dei servizi pubblici essenziali di igiene ambientale, del settore elettrico e della distribuzione gas e acqua sciopereranno per l'intera giornata lavorativa e dalle 10 alle 13 effettueranno un presidio di protesta davanti alla Prefettura di Livorno. L'iniziativa è sostenuta con forza da Fp-Cgil, Filctem-Cgil, Flaei-Cisl, Fit-Cisl, Femca-Cisl, Uiltrasporti, Uiltec e Fiadel. La protesta è contro gli effetti dell'articolo 117 del Codice degli appalti: la norma entrerà in vigore in maniera effettiva a fine anno e ciò, secondo i sindacati, potrebbe mettere a rischio migliaia di posti di lavoro nel settore dei servizi ambientali e avviare una stagione della frammentazione del comparto.

Allo sciopero aderisce anche Aamps: "La raccolta dei rifiuti subirà un forte rallentamento - fanno sapere dall'azienda -. I servizi minimi essenziali per gli ospedali, le scuole, i mercati, saranno comunque garantiti. I cittadini sono invitati a non esporre i rifiuti sul suolo pubblico e di esporli invece nel turno successivo secondo quanto indicato dal calendario di riferimento". 

Sciopero servizi pubblici, i sindacati: "Ecco le nostre richieste" 

"L'articolo 117 - sostengono i sindacati - obbligherà infatti le aziende concessionarie dei servizi ad esternalizzare l’80% di tutte le attività anche nei casi in cui le stesse vengano svolte direttamente dal proprio personale, mettendo perciò a rischio un servizio essenziale per le comunità locali. La norma avrà un pesante impatto negativo: essa obbliga infatti le aziende a spezzettare rapidamente il servizio con gare al ribasso, con tutto ciò che ne potrebbe conseguire in termini di applicazione di contratti non di settore e di perdite di posti di lavoro". 

"La concorrenza - conclude la nota - dev'essere regolamentata, migliorando le tutele per i lavoratori e incentivando le aggregazioni e lo sviluppo industriale di aziende pubbliche e private. Serve perciò un intervento urgente di governo e Parlamento: il settore non può essere destrutturato". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale dei servizi pubblici per mercoledì 30 giugno, Aamps: "Non esponete i rifiuti"

LivornoToday è in caricamento