Autobus, giovedì 18 giugno sciopero di 4 ore. Usb: "Lavoratori lasciati da soli, Ctt pensa solo ai ricorsi per la gara regionale"

Braccia incrociate da parte del personale dalle 17.30 alle 21.30. Il sindacato: "L'azienda pensa solamente ai propri tornaconti, lasciando da parte i dipendenti"

Possibili disagi in vista per chi dovrà prendere l'autobus oggi, giovedì 18 giugno, a causa di uno sciopero indetto dall'Unione sindacale di Base al quale ha aderito il personale dalle 17.30 alle 21.30. Braccia incrociate quindi per autisti e controllori con le corse che potrebbero subire ritardi o cancellazioni. È lo stesso sindacato a spiegare i perché di questa decisione: "I lavoratori sono stati lasciati da soli durante l'emergenza Coronavirus e hanno dovuto gestire in autonomia molte situazioni delicate. Ctt Nord è tesa pervicacemente ed esclusivamente alla salvaguardia del proprio interesse economico e continua a sperperare centinaia di migliaia di euro di denaro pubblico in ricorsi a ogni livello contro l'esito della gara regionale per il gestore unico e a osteggiare con ogni mezzo il passaggio di consegne al soggetto vincitore". 

Usb, nel comunicato inviato riguardante lo sciopero, si schiera in difesa dei lavoratori: "Ctt non ha riprogrammato il servizio in base alle mutate e specifiche esigenze di trasporto, non utilizzando il personale a terra per il necessario supporto ai conducenti costretti a gestire autonomamente le inevitabili continue criticità. I dipendenti sono tuttora mandati letteralmente allo sbaraglio a gestire da soli situazioni complesse che li costringono, tra l'altro, a continue interazioni e interlocuzioni con l'utenza. Questo fa sì che venga meno il rispetto delle norme di base per limitare al massimo il rischio di contagio e, nella peggiore, il verificarsi di situazioni di tensione che spesso degenerano in aggressioni"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

Torna su
LivornoToday è in caricamento