Cronaca

Contratti in scadenza lavoratori Aamps e sciopero dipendenti Avr, Simoncini: "Questioni urgenti da risolvere"

L'assessore al Lavoro ha convocato per il 28 gennaio i sindacati e i rappresentanti delle due aziende per cercare di sbloccare le rispettive situazioni

Il 31 gennaio i lavoratori Avr hanno indetto uno sciopero con relativo blocco delle prestazioni straordinarie fino all'8 febbraio. Il sindacato Usb invece protesta per il mancato rinnovo di numerosi contratti in scadenza degli operatori Aamps e per le eccessive ore di straordinario che provocano molti infortuni sul lavoro. Momento delicato quello che stanno vivendo le due aziende che di occupano di tenere pulita la citta e proprio per scongiurare che la situazione possa aggravarsi ulteriormente l'assessore al Lavoro del comune di Livorno Gianfranco Simoncini ha convocato i sindacati e i rappresentanti aziendali di Aamps e Avr per "cercare di sbloccare questa situazione dovuta ai continui ritardi da parte delle società nell'assolvere agli obblighi verso i propri lavoratori". 

Lavoratori Avr in consiglio comunale

Avr, proclamato sciopero per il 31 gennaio

I lavoratori, che oggi mercoledì 22 gennaio sono stari ricevuti dal sindaco in consiglio comunale, hanno dato mandato al Sindacato federazione italiana autonoma enti locali di indire una giornata di sciopero per il 31 gennaio con relativo blocco degli straordinari fino all'8 febbraio: "Siamo arrivati a questa drastica decisione dopo varie richieste fatte ad Avr e mai soddisfatte - si legge nella nota inviata -. In particolare lamentiamo il mancato versamento delle quote finanziamenti per prestiti personali esponendo i lavoratori a continui doppi sborsi per non incorrere in azioni legali da parte del loro creditore. Contestiamo anche il mancato finanziamento del fondo welfare contrattuale Fasda, servizio integrato fondamentale per noi che, rinunciando a una quota di salario, possiamo avere prestazioni sanitarie e cure mediche gratuitamente. Infine sottolineiamo anche il mancato pagamento delle quote della previdenza complementare". 

Usb attacca Aamps: "Carichi di lavoro eccessivi per i lavoratori"

Aamps, la denuncia del sindacato Usb: "Troppi contratti a termine non rinnovati ed eccessive ore di straordinario"

A fare un quadro di quella che dovrebbe essere la situazione di molti lavoratori Aamps ci ha pensato l'Unione sindacale di base, settore igiene ambientale: "Per portare avanti il loro lavoro, specie per quanto riguarda il porta a porta, - sottolinea il sindacato - gli operatori Aamps lavorano in constante straordinario con carichi di lavoro eccessivi che comportano numerosi infortuni. A tutto questo si aggiunge il fatto che l'azienda non ha ancora deciso se rinnovare i contratti in scadenza. Otto operatori abilitati alla guida vedranno cessare il loro rapporto il 31 gennaio, 5 operatori semplici finiranno di lavorare una volta terminata la mostra su Modigliani mentre altri 4 sono in scadenza a luglio. Del nuovo bando per le assunzioni annunciato dall'amministratore unico Raphael Rossi ancora nessuna traccia".

Parole alle quali fanno eco quelle di Pietro Panciatici lavoratore Aamps e delegato Usb: "Ad oggi non abbiamo ancora ricevuto risposte. Nonostante le tantissime ore di straordinario, l'azienda continua a non voler rinnovare i contratti in scadenza quando è evidente che da noi c'è una grave carenza organica. I servizi di lavoro sono eccessivi e si evita di assumere altro personale preferendo far fare eccessive ore di straordinario ai lavoratori mettendo a rischio la loro salute visto che nel 2019 si sono registrati 43 infortuni"

Gianfranco Simoncini assessore al lavoro

Simoncini: "Il 28 gennaio un tavolo con Aamps, Avr, sindacati e lavoratori"

Sulla questione è intervenuto anche l'assessore al Lavoro Gianfranco Simoncini: "Occorre sbloccare questa situazione - le sue parole - in quanto nonostante i nostri precedenti interventi e solleciti, continuano ad esserci ritardi da parte delle aziende in questione nell'assolvere agli obblighi verso i propri lavoratori. Per quanto riguarda Avr, in passato abbiamo sollecitato l'apertura di un conto corrente dedicato per il pagamento degli stipendi e la questione sembrava essersi regolarizzata. Oggi invece si registrano altre problematiche ed è per questo che nell'incontro chiederò con grande forza ad Avr di evitare ogni comportamento che colpisca i diritti dei lavoratori e diremo che per l'amministratore comunale non tollererà atteggiamenti discriminatori nei confronti dei lavoratori". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contratti in scadenza lavoratori Aamps e sciopero dipendenti Avr, Simoncini: "Questioni urgenti da risolvere"

LivornoToday è in caricamento