menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero Avr, i sindacati: "Chiediamo il reintegro dei lavoratori licenziati ingiustamente. E l'azienda paghi gli arretrati"

La protesta di Usb e Fp Cgil e la solidarietà dei colleghi ai dipendenti "mandati via per il loro impegno sindacale". Presente anche una delegazione Aamps: "Stabilizzare coloro ai quali è scaduto il contratto"

Reintegrare i lavoratori licenziati "ingiustamente", pagare gli arretrati, stabilizzare i dipendenti precari e reinternalizzare il servizio, risolvendo una volta per tutte l'anomala situazione in Avr, ovvero la ditta che opera in subappalto ad Aamps per lo spazzamento e la raccolta rifiuti in città. Lo hanno chiesto, ancora una volta ieri 7 dicembre, i sindacati Usb e Fp Cgil, scesi in strada insieme ai lavoratori delle due società per manifestare la propria solidarietà ai due dipendenti licenziati a inizio ottobre i quali, fino a quando non saranno resi noti gli esiti di un prossimo incontro tra il sindaco e la dirigenza Avr, rimarranno in presidio permanente davanti al Comune.

La protesta dei lavoratori Avr sotto al Comune-2

Avr, la denuncia di Usb: "Licenziato il lavoratore-sindacalista che denunciò inadempienze contrattuali"

"Con questo sciopero chiediamo all'amministrazione comunale di intervenire con forza per il reintegro dei due lavoratori Avr - ha spiegato Giovanni Ceraolo, sindacalista Usb - e che la ditta saldi le spettanza arretrate. Non solo: è arrivato il momento di procedere con la internalizzazione del servizio, come ormai chiediamo da tempo". 

sciopero avr 7 dicembre (2)

"Oggi sono presenti anche i lavoratori di Aamps - ha proseguito Ceraolo - i quali, oltre che portare la loro solidarietà ai colleghi Avr ingiustamente licenziati per il loro impegno sindacale, chiedono che si vada avanti con le stabilizzazioni e la riconferma di alcuni colleghi con contratto interinale ormai scaduto. Nonostante l'azienda dica che non ci sono necessità organizzative, sindacato e lavoratori lamentano una carenza di personale dovuta anche ai pensionamenti dell'ultimo anno, senza contare il personale a casa causa Covid. Chiediamo quindi al Comune - ha concluso Ceraolo - di riprendere in mano la situazione dell'igiene ambientale e chiudere la partita con Avr per poi procedere all'internalizzazione".

Nelle pagine successive le reazioni della politica

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Piazza Grande, riaperta la farmacia comunale: i nuovi servizi offerti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento