rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca Collesalvetti

Guasticce, scatta lo sciopero alla Bcube. Il sindacato Usb: "Serve chiarezza sul futuro"

I dipendenti dell'azienda che si occupa di logistica incroceranno le braccia nella giornata di oggi venerdì 21 ottobre

"Vogliamo chiarezza sul nostro futuro, non un posto di lavoro dovrà essere messo in discussione". Usb di Livorno ha proclamato uno sciopero la giornata di oggi, venerdì 21 ottobre, alla Bcube di Guasticce, azienda che si occupa di logistica e che ha sede in via Francia, dove a partire dalle 8 verrà organizzato un presidio. La giornata di sciopero coinvolgerà anche le ditte in appalto e la decisione di indirla è stata assunta dopo la seconda assemblea dei lavoratori che si è svolta nella giornata di ieri. Nell'ambito della discussione, infatti, fa sapere Usb "sono state giudicate insufficienti le risposte date dai soggetti coinvolti". 

Bertani, Cgil e Usb al fianco dei lavoratori: "Finita la Naspi, internalizzare i 25 ex dipendenti di Mt Logistica"

La mobilitazione - ha spiegato da Usb - "è scattata a seguito dell'aggiudicazione dell'appalto relativo a tutto il settore della logistica e attività connesse messo a gara dalla Baker Hughes Italia (proprietaria della Nuova Pignone) e vinto, appunto, da una società temporanea di impresa G4 Logistics di cui fa parte anche il colosso Msc. Questa notizia - hanno aggiunto Usb -, sta ovviamente producendo forti preoccupazioni in tutti i siti Italiani BCube compreso quello di Guasticce (Livorno) in cui l'Usb è attualmente presente con numerosi iscritti e rappresentanti.  La scorsa settimana si è svolta la prima assemblea di tutti i lavoratori e lavoratrici dello stabilimento di Livorno che hanno votato per l'apertura immediata dello stato di agitazione dando mandato alla nostra organizzazione sindacale di richiedere una serie di incontri preliminari sia con la committenza BH sia con la Bcube Spa per poi aprire un'interlocuzione diretta con il nuovo soggetto aggiudicatario".

Caro vita, Usb brucia le bollette davanti all'Eni store sugli Scali Olandesi: "Basta rincari"

Incontri, appunto, che non sono stati ritenuti soddisfacenti da parte del sindacato che quindi ha indetto lo sciopero. "Non è sfuggito - ha osservato Usb - un particolare importante rispetto alle comunicazioni trapelate nei giorni scorsi. Il sito di Livorno non è indicato nella lista degli stabilimenti in cui verrà 'salvaguardata la continuità occupazionale' ma si parla genericamente di un nuovo polo logistico in area non meglio specificata che dovrebbe riassorbire il personale presente". Il sindacato ha concluso spiegando che il territorio "non può permettersi la perdita neanche di un posto di lavoro e ci auguriamo che anche le istituzioni facciano la loro parte per arrivare ad un accordo che garantisca non solo la salvaguardia dell'occupazione per tutti gli attuali dipendenti, ma anche le condizioni contrattuali e normative e la stabilizzazione dei lavoratori precari e quelli rimasti in società in appalto".  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guasticce, scatta lo sciopero alla Bcube. Il sindacato Usb: "Serve chiarezza sul futuro"

LivornoToday è in caricamento