Cronaca

Sciopero generale, centinaia di lavoratori in corteo: "Livorno ha dato un segnale di coraggio". Foto e video

Nella mattinata di oggi, lunedì 11 ottobre, picchetti in varie zona della città. La protesta poi si è spostata sul piazzale della Bertani

"Livorno ha dato un segnale di coraggio e determinazione". Così il sindacato Usb ha descritto la partecipazione da parte dei lavoratori allo sciopero indetto per la giornata di oggi, lunedì 11 ottobre, valido per sia per il settore pubblico per il settore privato. Una iniziativa alla quale hanno aderito centinaia di lavoratori, dal porto alla logistica, dalle fabbriche alla società partecipate. E poi sanità, Comune, trasporto pubblico. Una iniziativa che ha preso il via fin dalle prime ore della mattina. Picchetti, infatti, sono stati organizzati in via Firenze, via Pian di Rota e tra via Leonardo Da Vinci e la rotatoria del ponte Genova.

Video pagina Facebook sindacato Usb

In un secondo momento poi una parte del blocco si è spostata verso i piazzali della Bertani, azienda dello logistica e della movimentazione auto. "Proprio negli appalti Bertani - ha scritto il sindacato Usb in una nota - sono stati dichiarati 25 licenziamenti. Nessuna vera crisi ma semplicemente la volontà di abbassare ulteriormente il costo del lavoro. Successivamente alcuni lavoratori hanno eseguito un blitz fin sotto la palazzina degli uffici per far capire a tutti che se l'intenzione è quella di licenziare o imporre ulteriori sacrifici ai lavoratori non si aspettino il 'classico' presidio di fronte ai cancelli". Un gruppo di lavoratori in sciopero nella mattinata di oggi si è spostato davanti agli ingressi dei piazzali bloccando l'entrata e l'uscita dei mezzi. 

Schermata 2021-10-11 alle 17.57.31-2

Uno dei primi striscioni esposti nella mattinata di oggi nella zona portuale 

Anche i lavoratori portuali hanno voluto ribadire le ragioni dello sciopero e la loro piattaforma rivendicativa. "A maggior ragione - spiega Usb - mentre le istituzioni continuano a firmare protocolli su protocolli nella speranza di ottenere quella 'pace sociale' che non è altro un modo per definire i rapporti di forza attualmente esistenti nel nostro scalo. Basta con lo strapotere di armatori e terminalisti. Basta - hanno aggiunto - piangere altri lavoratori assassinati per il loro profitto". Ancora delegazioni delle cooperative sociali di Pascoli e Villa Serena, lavoratori della sanità, dell'igiene ambientale, degli appalti nelle scuole. Diversi striscioni, inoltre, sono esposti contro l'aumento delle bollette luce e gas e per il salario minimo.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale, centinaia di lavoratori in corteo: "Livorno ha dato un segnale di coraggio". Foto e video

LivornoToday è in caricamento