rotate-mobile
Cronaca

Raffineria Eni, rischio chiusura linea carburanti: scioperano i lavoratori dell'indotto

Preoccupa le intenzioni dell'azienda: mercoledì 13 ottobre braccia incrociate dalle 8.30 alle 10.30 e assemblea all'esterno dello stabilimento

Due ore di sciopero. Dalle 8.30 alle 10.30 di mercoledì 13 ottobre i lavoratori dell'indotto della raffineria Eni incroceranno le braccia a seguito delle ultime dichiarazioni dell'azienda riguardanti la chiusura della linea carburanti all'interno dello stabilimento di Stagno e il conseguente rischio di perdita di posti di lavoro in tutto l'indotto. Nelle due ore di sciopero proclamato dal coordinamento Cgil, Cisl e Uil delle ditte dell'indotto verrà organizzata un'assemblea all'esterno della raffineria. 

Nei giorni scorsi il tema è stato affrontato anche dai sindaci di Livorno e Collesalvetti, Luca Salvetti e Adelio Antolini, che hanno richiesto con forza un intervento da parte del governo per dare garanzie sul futuro dello stabilimento e in particolare sugli investimenti che si intendono mettere in campo per tutelare sia l'occupazione che il futuro di lungo periodo dello raffineria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffineria Eni, rischio chiusura linea carburanti: scioperano i lavoratori dell'indotto

LivornoToday è in caricamento