rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022

Sciopero taxi, la protesta per le strade del centro: "No al Ddl Concorrenza"

Anche a Livorno i rappresentanti della categoria hanno manifestato con i propri mezzi: "Il servizio non deve essere svenduto alle multinazionali straniere"

I tassisti livornesi, così come i loro colleghi in moltissime città del Paese, sono scesi in strada per protestare contro il Ddl Concorrenza e, più in generale, contro i tentativi di liberalizzazione del settore intrapresi dal governo. Il lungo corteo di auto bianche è partito da Largo Duomo per poi passare davanti al Comune, prendere via della Cinta ESterna, andare al Varco Donegani all'ingresso del porto e poi tornare indietro passando dai Quattro Mori, via Grande e via San Giovanni.

Un percorso che è stato fatto più volte e che ha rallentato notevolmente il traffico, con la comprensione degli automobilisti che hanno pazientemente compreso la situazione manifestata dalla categoria. "Siamo contro la svendita del servizio taxi alle multinazionali e la liberalizzazione delle licenze - spiegano i manifestanti -. Ci sono diverse situazioni da sanare in questo contesto, ma il governo sembra che non sia intenzionato ad aderire alle nostre richieste. Chiediamo al governo di rispettare la legge 21/92 che regolamenta il settore senza stravolgere tutto con le piattaforme di intermediazione".

Si parla di

Video popolari

Sciopero taxi, la protesta per le strade del centro: "No al Ddl Concorrenza"

LivornoToday è in caricamento