rotate-mobile
Cronaca

Scontri con la polizia allo stadio Picco durante Spezia-Livorno del 2019, nove tifosi amaranto a processo

La sentenza è stata fissata per il 16 gennaio del 2024

Due patteggiamenti e sette riti abbreviati. Questo è quanto concordato dagli avvocati di nove tifosi del Livorno con il pubblico ministero del tribunale di La Spezia, come riportato da Il Secolo XIX, nell'ambito del processo per gli scontri allo stadio Picco di 4 anni e mezzo fa. I fatti risalgono al febbraio del 2019, e riguardano la gara del campionato di serie B tra i padroni di casa e gli amaranto, terminata poi 3-0 in favore dello Spezia. I tifosi amaranto, che vennero individuati dalle telecamere e a seguito dell'incrocio dei dati con la questura di Livorno, sono stati chiamati a rispondere di reati che vanno dalla resistenza a pubblico ufficiale alle lesioni personale aggravate.

Spezia-Livorno, la curva Nord: "Ingiustificata violenza"

Secondo la polizia ligure un gruppo di tifosi del Livorno sarebbe entrato allo stadio cercando di eludere i controlli, scagliandosi poi con calci e pugni sia contro gli steward che contro gli agenti della polizia spezzina e quelli del reparto mobile di Genova. Stando al bilancio riportato otto poliziotti e quattro addetti alla sicurezza subirono lesioni, con referti di guarigione fino a 20 giorni di prognosi. I tifosi amaranto vennero fatti entrare all'interno dello stadio a gara iniziata in quanto un gruppo giunse a Spezia senza biglietto, poi poco dopo da una discussione animata iniziarono gli scontri.

Spezia-Livorno, scontri con la polizia: denunciati 23 tifosi amaranto 

I tifosi amaranto raccontarono all'epoca la loro versione dei fatti, spiegando il nervosismo per essere entrati a partita iniziata, e un'animata e tesa discussione con uno steward che poi, una volta allontanato, ha causato l'ingresso in curva della polizia e gli scontri. La questura spiegò invece che gli steward erano stati aggrediti da un gruppo di tifosi nel "tentativo di sfondare la porta divisoria dal settore occupato dal pubblico di casa". "A dimostrazione di come sono andati i fatti - spiegarono dalla questura - ci sono le immagini in alta definizione del sistema di telecamere a circuito chiuso dello stadio e quelle girate dalla digos e dal personale di polizia scientifica che ci permetteranno, in collaborazione con la questura di Livorno, di individuare i responsabili". La sentenza è stata fissata per il 16 gennaio del 2024.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri con la polizia allo stadio Picco durante Spezia-Livorno del 2019, nove tifosi amaranto a processo

LivornoToday è in caricamento